menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riaperte le piscine Lido sabato 27 giugno: oltre 200 gli ingressi della prima giornata

Alla fine, il centro sportivo Lido di via Galliano ha riaperto i battenti. Il nuovo gestore è la società Sporting Club Verona. I veronesi aspettavano da tempo la riapertura dell'impianto

Dopo due anni di attesa, sabato 27 giugno ha finalmente riaperto il centro sportivo Lido di Verona, in viale Colonnello Galliano. I veronesi aspettavano da tempo la riapertura di queste storiche piscina e in massa si sono recati nel nuovo impianto, ora affidato alla società Sporting Club Verona, già gestore del centro ex Mondadori di Borgo Trieste.

Come riporta L'Arena, alle 9 di mattina c'erano già diverse persone pronte a fare il loro ingresso nel nuovo Lido di Verona che, secondo i progetti dei nuovi gestori, diventerà un vero parco acquatico. Alle 16, si erano già superati i 200 ingressi; così non sembrano grandi numeri, ma il progetto è solo all'inizio e ci vorrà del tempo per tornare alle cifre del passato. Chi non è entrato, si è però fermato a chiedere informazioni su prezzi e orari, visto che la riapertura è arrivata quasi a sorpresa dopo diversi bandi di assegnazione andati a vuoto.

Presente il primo giorno, per supervisionare gli ultimi interventi prima della riapertura, anche Enrico Cremonesi, amministratore unico dello Sporting Club Verona, che ai microfoni de L'Arena ha dichiarato: "La prima volta che sono venuto al Lido, e ho visto com'erano ridotti i filtri delle piscine, ho preso paura. Quasi ho lasciato perdere l'idea di prenderlo in gestione, nonostante l'insistenza dei miei collaboratori veronesi. Francamente mi sembrava strano che Verona avesse abbandonato in tale stato la sua piscina storica. In impianti di questo tipo non si può badare solo all'introito. Anche se si è in affitto bisogna continuamente eseguire manutenzioni, riparazioni, pulizie... Ed evidentemente ciò non era stato fatto, come ho detto anche al sindaco. E poi? Poi invece ho deciso per il sì. E nel giro di una settimana abbiamo pulito, disinfettato e riordinato tutto. Amo le sfide e credo nelle potenzialità di questo impianto, anche se per la prima stagione non riusciremo a mettere in campo tutte le iniziative che vorremmo". Dunque, da quest'estate 2015, la città di Verona potrà di nuovo godere di un altro centro natatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordine dei medici di Verona: «La pandemia non deve essere minimizzata»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento