Cominciato il riallestimento dei quadri ritornati al museo di Castelvecchio

La direttrice dei musei civici Margherita Bolla: "Nella drammaticità di quanto successo l'intera città ha dimostrato di sapersi unire e si è mobilitata per riavere i quadri"

È iniziato questa mattina, 22 dicembre, il riallestimento delle 17 opere trafugate il 19 novembre 2015 dal Museo di Castelvecchio e ritrovate in Ucraina lo scorso 11 maggio. I quadri sono ritornati ieri, 21 dicembre, a Verona direttamente da Kiev.

Presenti questa mattina il sindaco Flavio Tosi e la direttrice dei musei civici Margherita Bolla, oltre al parlamentare Diego Zardini, all’ex procuratore capo Mario Giulio Schinaia, ad alcuni consiglieri comunali e al personale del museo. "Con immensa gioia - ha detto Tosi - restituiamo alla città le sue opere d’arte. Come chiesto dal governo ucraino al ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini, inseriremo nelle nostre audioguide la lingua ucraina e, ben volentieri, accoglieremo le opere che hanno chiesto di poterci prestare per ricambiare la mostra che hanno potuto allestire a Kiev, su nostra concessione, con i quadri trafugati. Rinnovo i più sentiti ringraziamenti a tutti coloro che, in maniera differente, hanno sostenuto, creduto e voluto il rientro delle tele, aiutando a vari livelli il buon esito dell’operazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutti i dipinti - ha aggiunto poi Margherita Bolla - saranno esposti per un mese e poi a gruppi verranno restaurati, al fine di porre rimedio ai danni subiti. Un grazie alla soprintendenza di archeologia, belle arti e paesaggio, che ci sta aiutando con l'allestimento dell'esposizione e che si è già messa a disposizione per il restauro di un gruppo di opere, agli Amici dei Musei d’Arte e all’Accademia di Belle Arti per il sostegno che non hanno mai fatto mancare. Nella drammaticità di quanto successo l’intera città ha dimostrato di sapersi unire e si è mobilitata per riavere i quadri, portando avanti anche una grande campagna di sensibilizzazione nei confronti del patrimonio culturale cittadino e del Museo di Castelvecchio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento