menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piscina Belvedere in abbandono. Il Comune revoca in anticipo la concessione

Gravi e reiterati inadempimenti contrattuali, questa la motivazione. Effettivamente sono mesi che i cittadini si lamentano, fra acqua fretta e porte e armadietti rotti

Porte e armadietti rotti, bar chiuso, niente acqua calda e tanti altri disservizi segnalati dai cittadini alle piscine Belvedere di via Montelungo. Tanto che il Comune ha deciso di revocare la gestione con più di un anno di anticipo per gravi e reiterati inadempimenti contrattuali.

Ad annunciarlo è l'assessore allo sport di Verona Alberto Bozza: "Ormai da parecchi mesi riceviamo lamentele da parte dei cittadini e lo stesso presidente della sesta circoscrizione Mauro Spada ci ha più volte segnalato i problemi esistenti e lo stato di abbandono in cui viene lasciata la struttura. Effettivamente la società che dal 2014 gestisce l'impianto comunale dimostra di essere in difficoltà". 

La società è in arretrato di oltre un'annualità sul pagamento del canone concessorio e per questo gli uffici comunali hanno già avviato le procedure per il recupero dei crediti oltre ad inviare la determina di revoca della gestione dell'impianto. "Dispiace essere arrivati a questa drastica soluzione - ha concluso l'assessore - ma non si poteva più soprassedere ad un evidente disservizio nei confronti dei cittadini veronesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento