rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Albaredo d'Adige / Via Michellorie

Rinvenuta nell'Adige una busta contenente gli arti di Mirela Balan e Larisa Elena

Una busta con all'interno gli arti inferiori delle due vittime della furia omicida di A. F., sarebbe stata ritrovata quest'oggi nelle acque del fiume Adige dai sommozzatori dei Carabinieri impegnati da diversi giorni nelle ricerche

Cominciano dunque a fornire i primi riscontri, le ricerche condotte dai sommozzatori dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco lungo l'Adige nelle vicinanze di Albaredo.

Stando alle ultime notizie ufficiali divulgate, sarebbe stata ritrovata nella giornata di oggi, domenica 21 febbraio, una "busta" contenente alcuni resti dei cadaveri di Mirela Balan e Larisa Elena, le due vittime della furia omicida di A. F. Quest'ultimo la sera di sabato scorso 13 febbraio le aveva uccise, sgozzando la prima, sua madre, e successivamente strangolando la sorellina di 11 anni.

Nello specifico all'interno della sacca ritrovata dalle forze dell'ordine da giorni impegnate nella ricerca in acqua, sarebbero stati ritrovati i brandelli degli arti inferiori delle due vittime. Durante la confessione rilasciata mentre si trovava sotto interrogatorio, A. F. aveva egli stesso fatto capire in che modo avesse agito la sera dell'omicidio, spiegando di aver sezionato prima i corpi e poi di averli riposti in diversi sacchetti, gettandoli successivamente nel fiume.

Dopo il primo ritrovamento, proseguiranno dunque lunedì le ricerche da parte dei sommozzatori dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, prima di poter finalmente vedersi concludere questa terribile e sanguinosa vicenda.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinvenuta nell'Adige una busta contenente gli arti di Mirela Balan e Larisa Elena

VeronaSera è in caricamento