Il compagno non la vuole più vedere, lei perde la testa e attacca i carabinieri

Ad eseguire l'arresto sono stati i militari di Soave che hanno accusato di resistenza a pubblico ufficiale una 34enne veronese senza fissa dimora

Carabineri di Soave

Nel tardo pomeriggio di ieri, 12 luglio, i carabinieri di Soave hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale una 34enne veronese senza fissa dimora, già gravata da pregiudizi di polizia.

Secondo la ricostruzione dei militari, erano quasi le 23 quando la donna, in stato di agitazione per motivi sentimentali, ha iniziato a prendere a calci il portone d'ingresso del condominio in cui abita il compagno che non intendeva più incontrarla. Dopo aver rotto un vetro, la donna sarebbe entrata nello stabile, raggiungendo l'appartamento del fidanzato.
All'arrivo dei militari, allertati da alcuni condomini, la 34enne non avrebbe desistito e si sarebbe scagliata con violenza contro gli uomini in divisa, colpendone uno con una testata prima di essere immobilizzata.

Dopo aver trascorso la notte in una cella di sicurezza della caserma di San Bonifacio, la donna è comparsa davanti al giudice monocratico del tribunale di Verona che ne ha convalidato l'arresto, disponendo nei suoi confronti la misura cautelare dell'obbligo di presentazione bisettimanale dai carabinieri di Soave, in attesa che prosegua l'iter giudiziario.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

Torna su
VeronaSera è in caricamento