Il compagno non la vuole più vedere, lei perde la testa e attacca i carabinieri

Ad eseguire l'arresto sono stati i militari di Soave che hanno accusato di resistenza a pubblico ufficiale una 34enne veronese senza fissa dimora

Carabineri di Soave

Nel tardo pomeriggio di ieri, 12 luglio, i carabinieri di Soave hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale una 34enne veronese senza fissa dimora, già gravata da pregiudizi di polizia.

Secondo la ricostruzione dei militari, erano quasi le 23 quando la donna, in stato di agitazione per motivi sentimentali, ha iniziato a prendere a calci il portone d'ingresso del condominio in cui abita il compagno che non intendeva più incontrarla. Dopo aver rotto un vetro, la donna sarebbe entrata nello stabile, raggiungendo l'appartamento del fidanzato.
All'arrivo dei militari, allertati da alcuni condomini, la 34enne non avrebbe desistito e si sarebbe scagliata con violenza contro gli uomini in divisa, colpendone uno con una testata prima di essere immobilizzata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver trascorso la notte in una cella di sicurezza della caserma di San Bonifacio, la donna è comparsa davanti al giudice monocratico del tribunale di Verona che ne ha convalidato l'arresto, disponendo nei suoi confronti la misura cautelare dell'obbligo di presentazione bisettimanale dai carabinieri di Soave, in attesa che prosegua l'iter giudiziario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Torna su
VeronaSera è in caricamento