Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Lazise

Strano viavai da un residence sul Garda: oltre 5 chili di cocaina sequestrati e 2 arresti

L'operazione è stata portata avanti dalla Squadra Mobile della Questura di Verona nel pomeriggio di venerdì a Lazise: il tutto ha preso il via da una segnalazione

Un grosso colpo al traffico di droga sulle sponde del lago di Garda è stato messo a segno, nel weekend, dagli uomini della Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Verona. Nel tardo pomeriggio di venerdì 14 maggio, a Lazise sono stati tratti in arresto due cittadini albanesi, V.X. e M D., rispettivamente 24 e 27 anni, colti in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio, in concorso tra loro, di oltre 5 chilogrammi e mezzo di cocaina suddivisa in più involucri di diverso peso e dimensioni, nonché di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, giudicate guaribili in 7 giorni. 

L'indagine ha preso il via in seguito alla segnalazione di un sospetto viavai di individui, probabilmente di etnia albanese secondo le forze dell'ordine, del residence "Corte Pontigliardo". La Polizia di Stato ha dunque predisposto un servizio specifico per il pomeriggio di venerdì, durante il quale gli operatori avrebbero notato una Peugeot 308 condotta da un soggetto che, all’altezza del cancello d’ingresso del residence, si stava affiancando ad un altro a piedi per farlo salire a bordo: gli agenti allora avrebbero deciso di intervenire per identificare i due, che però si sarebbero dati ad una precipitosa fuga nelle campagne circostanti, dopo aver intuito la presenza della Polizia, venendo comunque bloccati. 

Successivamente gli agenti della narcotici hanno proceduto alla perquisizione degli arrestati e dell’auto. Attività, questa, che avrebbe permesso di trovare la chiave dell’unità immobiliare del residence di Corte Pontigliardo, tre smartphone e circa 700 euro in contanti

Sulla Peugeot inoltre, incastrata vicino alla batteria all'interno del cofano,sarebbe stata rinvenuta una borsa gialla contenente due “mattonelle” avvolte nel cellophane trasparente e nello scotch nero: il perso lordo era rispettivamente di 1229 e 1085 grammi, e i successivi esami hanno confermato che si trattava di cocaina. È seguita così la perquisizione dell'all'appartamento del residence, dove sarebbero state trovare alcune bilance elettroniche per la pesatura all’ingrosso e altri bilancini per la pesatura più spicciola.

Arrivati in Questura, i poliziotti hanno eseguito verifiche più approfondite sull'auto, scovando un vano doppio fondo che sarebbe stato creato ad hoc sotto il tunnel centrale dell’auto, richiuso da una una botola in metallo al cui interno sono state rinvenute altre due “mattonelle”, avvolte nello scotch di colore rosso e blu, rispettivamente del peso lordo di 1228 e 1221 grammi, insieme a due pezzi in sasso avvolti nel cellophane trasparente, del peso lordo di 610 e 184 grammi, tutti e quattro contenenti cocaina. 

Come disposto dall'autorità giudiziaria, i due cittadini albanesi sono stati condotti nella casa circondariale di Trento in attesa dell’udienza, all’esito della quale è stato convalidato l’arresto e disposta la misura della custodia cautelare in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strano viavai da un residence sul Garda: oltre 5 chili di cocaina sequestrati e 2 arresti

VeronaSera è in caricamento