Cronaca Centro storico / Via Adigetto

Referendum sull'autonomia, i dati: a Bonavigo e Cazzano i Sì più forti

Il comune veronese con l'affluenza più alta è stato Roverè Veronese. A Bonavigo e Cazzano di Tramigna c'è stata l'affermazione più schiacciante dei Sì. Mentre la percentuale di No più alta si è vista a Brenzone

Lo spettro del quorum si era già dissolto alle 19 e alla chiusura dei seggi, alle 23, l'affluenza al referendum per l'autonomia del Veneto è stata del 57,2% e come era prevedibile la vittoria del Sì è stata schiacciante. Il 98,1% dei veneti ha risposto affermativamente al quesito referendario, dando così a Zaia un potenziale mandato politico di contrattare con lo Stato centrale per ottenere maggiori forme di autonomia. Al momento, quindi, nulla è cambiato, ma da questo referendum tutto può cominciare a cambiare, con la Regione Veneto che potrà chiedere più materie di competenza e soprattutto più risorse.

I dati ufficiali della Regione parlano di 2.328.949 uomini e donne andati a votare ieri, 22 ottobre. Le schede bianche, quelle nulle e quelle contestate in totale sono state quasi 11 mila in tutta la regione. Il resto dei voti sono validi.

Nella provincia di Verona, l'affluenza è stata inferiore a quella regionale, 55,5%, e leggermente più alta la vittoria del Sì, 98,3%. Nel Comune di Verona l'affluenza è stata ancora più bassa, 45,5%, e l'affermazione del Sì è stata del 97,5%. Mentre il comune veronese in cui l'affluenza è stata più alta è quello di Roverè Veronese, dove l'affluenza è stata del 76,2%. Infine, i territori scaligeri con la percentuale di Sì più alta sono stati quelli di Bonavigo e di Cazzano di Tramigna (99,4%), invece il comune con la percentuale di No più alta è stato quello di Brenzone sul Garda (4,1%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum sull'autonomia, i dati: a Bonavigo e Cazzano i Sì più forti

VeronaSera è in caricamento