menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre i record e le aspettative, numeri impressionanti per i mercatini di Natale

Più di 2 milioni i visitatori. Accolta benevolmente la novità del Passaporto del Natale, acquistato da 7.500 partecipanti e quasi 10mila sono stati i biglietti venduti per la giostra di lungadige San Giorgio

Ieri, 26 dicembre, è stato l'ultimo giorno di apertura dei Mercatini di Natale di Verona, evento durato poco più di un mese e con diverse novità quest'anno, come ad esempio la diffusione dei marcatini in zone nuove tra cui lungadige San Giorgio. Chi ha avuto modo di andarci si è già reso conto della grande capacità attrattiva che questi mercatini hanno avuto durante il periodo dell'Avvento antecedente al Natale. Attrazione confermata dai primi dati riferiti a L'Arena da Luciano Corsi, presidente del Comitato per Verona che insieme al Comune ha organizzato la manifestazione.

I visitatori sono stati più di 2 milioni e 300mila, cifra che ha superato record e aspettative. Accolta benevolmente la novità del Passaporto del Natale, acquistato da 7.500 partecipanti e quasi 10mila sono stati i biglietti venduti per la giostra di lungadige San Giorgio. Ancora non quantificata la ricaduta sull'economia locale, ma con questi numeri è facile pensare che anche le attività commerciali e le strutture ricettive siano più che soddisfatte.

L'idea di decentrare eventi e bancarelle ha convinto gli organizzatori, che per il prossimo anno lavoreranno per incentivare ancor di più in particolare lungadige San Giorgio.

Sempre affollatti i Mercatini di Norimberga di piazza Dante e cortile Mercato Vecchio anche con condizioni meteo non ideali. I principali visitatori sono stati i turisti italiani e stranieri, segno che i mercatini veronesi cominciano a diventare un punto di riferimento turistico al pari di quelli più rinomati del Trentino, dell'Austria e della Germania.

Menzione speciale, infine, per la gestione della sicurezza di un evento che ha davvero richiamato tantissime persone. I presidi delle forze dell'ordine hanno scoraggiato i malintenzionati e sono stati davvero pochi i disagi creati dai borseggiatori. Probabilmente i disagi più grandi li ha creati il traffico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento