Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Lungadige Attiraglio

Rave party illegale all'ex Chimica: 34 persone vengono denunciate dalla polizia

La Digos ha portato a termine le prime indagini sulla musica che ai primi ottobre aveva tenuto svegli i residenti di Lungadige Attiraglio: si trattava di una festa non autorizzata presso i vecchi stabilimenti della “Quaker Chemical srl”

Un paio di settimane fa si erano introdotti proditoriamente all’interno di uno stabilimento industriale in disuso, dove circa vent’anni fa era attiva l’ex azienda chimica “Quaker Chemical srl”, e nel corso del weekend avevano dato vita ad una dei tanti “rave party” che spesso costringono gli abitanti vicini alla zona “prescelta” a passare notti insonni per la musica ad alto volume.
Ma questa volta l’amministratore delegato della società proprietaria del complesso immobiliare era andato in Questura per denunciarne l’occupazione abusiva e chiedere l’intervento della polizia, affinché ponesse fine ad una sequela di altri eventi simili che avevano avuto come teatro scenografico proprio quella proprietà privata.
Il denunciante aveva assicurato che, nonostante avesse affisso cartelli con la dicitura "Proprietà Privata” e “Divieto di Accesso” e provveduto a rinchiudere l’area con catene e lucchetti ai cancelli, questi erano stati forzati.
La risposta della Polizia di Stato non si è fatta attendere.
Al termine di rapide indagini, avviate immediatamente dalla Digos scaligera in collaborazione con l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura veronese, gli investigatori hanno identificato compiutamente i primi 34 responsabili dell’invasione illecita, individuando in particolare coloro che avevano promosso il “rave”, quelli che si erano occupati degli “allestimenti” interni, nonché quelli che vi avevano trasportato le attrezzature musicali.
Si tratta di giovani tra i 18 e i 34 anni, qualcuno proveniente da fuori provincia, ma anche alcuni minori di 16/17 anni e perfino una quindicenne, per i quali è stato redatto un rapporto giudiziario a parte per la Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Venezia, anche perché uno di costoro si era arbitrariamente allontanato il giorno prima da una comunità padovana di accoglienza per minori.
La maggior parte di questi è gravata da analoghi precedenti penali, due in particolare risultano denunciati dai Carabinieri per un identico “rave” tenutosi all’interno dell’ex “Quaker Chemical srl” gli scorsi 21 e 22 febbraio.

Non mancano coloro che hanno altri precedenti giudiziari per reati contro il patrimonio (soprattutto furti), in materia di stupefacenti e armi, nonché di circolazione stradale.
Le 34 persone finora identificate sono state tutte deferite alla locale Autorità Giudiziaria per i provvedimenti di competenza, in ordine ai reati di occupazione abusiva e danneggiamento di proprietà privata. Altri verranno denunciati quando saranno terminati gli accertamenti in via di esperimento con il concorso di altre questure per coloro che provenivano dalle rispettive province.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rave party illegale all'ex Chimica: 34 persone vengono denunciate dalla polizia

VeronaSera è in caricamento