Cronaca San Zeno / Corso Castelvecchio

Sere D'Estate al Castello: al via il 9 giugno la rassegna teatrale a Castelvecchio

Con Giulia della compagnia Teatro Impiria inizia la rassegna 2015 organizzata dal Circolo Ufficiali di Castelvecchio. La rassegna si terrà ogni martedì d'estate

Quinta edizione per la rassegna di teatro estivo a Castelvecchio, che quest’anno sposta il palcoscenico dalla terrazza sull’Adige al cortile del pozzo del castello, per dar luogo ad allestimenti teatrali creati appositamente per un contesto così affascinante. Si rinnova quindi l’appuntamento teatrale offerto dal Circolo Ufficiali dell’Esercito in collaborazione con il Teatro Impiria di Andrea Castelletti. All’insegna dello spirito di accoglienza, si aprono gli spazi di Castelvecchio riservati al Circolo che, in occasione delle serate teatrali, potranno essere così apprezzati da tutti i veronesi. Come le scorse estati, sarà uno degli angoli più belli della città, il cortile del pozzo di Castelvecchio, a dar luogo ad una serie di suggestivi appuntamenti teatrali dal titolo Sere d’estate al Castello.

Gli spettacoli si terranno tutti i martedì, con inizio alle ore 21.15. Ad aprire il cartellone, il 9 giugno, sarà proprio il Teatro Impiria con uno spettacolo delicato e toccante, Giulia con interpreti Andrea Castelletti, la piccola Alida Castelletti e la mamma Laura Murari. La storia raccontata è quella di Giulia, in vacanza con la sua mamma e il suo papà in Croazia. Scoprirà presto che non è una vacanza qualunque e alla fine capirà cosa è successo ai suoi bisnonni, Delmo e Giulia, di cui lei porta il nome. Uno spettacolo che corre leggero su diversi piani temporali - gli anni della guerra, gli anni settanta, l’estate scorsa - in un accartocciarsi di eventi, personaggi, storie ed emozioni. "Raccontare questa storia oggi – dichiara il regista Andrea Castelletti – è di estrema attualità, pensando a quanto sta accadendo in Medio Oriente in questo periodo, dove estremismi ideologici soverchiano ogni senso di umanità e di rispetto delle culture altrui. Con questo spettacolo vogliamo richiamare l’attenzione dei veronesi, invitandoli quindi con forza ad assistere ad una rappresentazione che si distinguerà anche per una messinscena diversa dal solito, che risulterà particolarmente coinvolgente ed emozionante".

Il 30 giugno si prosegue con La vera vita di Verossì, spettacolo made in Impiria che ha incantato tutte le platee. Con uno straordinario Sergio Bonometti, si narrano le gesta del pittore Verossì e del suo gruppo di giovani artisti che, negli anni Trenta del Novecento, sognarono di cambiare il mondo attraverso l’arte. Un’opera di forti passioni collocate storicamente nell’ambito di un tempo sconvolto dal fascismo e culminante nella tragedia della seconda guerra mondiale, che finisce per travolgere i sogni e la vita degli stessi protagonisti. Lo spettacolo è impreziosito da immagini e musiche originali dell’epoca.

Martedì 14 luglio arrivano I Gotturni che portano a Verona Barbera e Champagne, un recital parlato e cantato secondo gli stilemi del teatro-canzone proprio di Giorgio Gaber. Le sue canzoni vengono qui riproposte con l’umiltà dell’amore, senza pretese imitative, ma con la gioia di ricordare l’inimitabile grandezza di quel menestrello delle coscienze che fu l’indimenticabile artista milanese. Chiude la rassegna il 18 agosto un altro fortunatissimo spettacolo di Teatro Impiria, Messaggi d’Amore. Una pièce scritta a quattro mani da Massimo Meneghini e Andrea Castelletti, che ne firma anche la regia. Una commedia ironica e malinconica, comica e commovente, insomma piena di vita. In scena due attori di statura quali Michele Vigilante e Patrizia Rossari, per raccontare due esistenze attraverso il loro epistolario.. Amici da sempre, inconsapevoli amanti, si sono confidati con lettere tenere, ridicole, commoventi, ironiche, graffianti. Lettere, semplici bigliettini, telegrammi, cartoline, auguri natalizi e poi sms ed email, ci svelano due destini, due vite che hanno attraverso il corso dei decenni, dal dopoguerra sino ai giorni nostri. Una storia d’amore, autentica come autentica può essere solo la vita. Una storia che è quella di tutti noi, la nostra storia. In occasione della serata il gruppo veronese di Medici per la Pace presenterà il progetto Un mattone per il Nepal.

In caso di pioggia, gli spettacoli si terranno nel teatro interno ricavato nel Salone del Circolo. I biglietti potranno essere acquistati in loco. Per info e prenotazioni contattare Teatro Impiria (3405926978/3463566425 - info@teatroimpiria.net) o la Direzione del Circolo (0458002868)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sere D'Estate al Castello: al via il 9 giugno la rassegna teatrale a Castelvecchio

VeronaSera è in caricamento