Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca San Giovanni Lupatoto / Via Damiano Chiesa

Notte di paura a Pozzo, coppia rapinata tra le mura di casa

I tre malviventi, a volto coperto e con pesante accento straniero, hanno preso in ostaggio i coniugi, saccheggiato la cassaforte e coperto le loro tracce spargendo lisoformio. I carabinieri pensano ad un gruppo di professionisti

Notte di terrore per due anziani coniugi di Pozzo di San Giovanni Lupatoto, che si sono visti prendere in ostaggio da tre rapinatori incappucciati tra le mura della loro abitazione. Marito e moglie sono stati legati e imbavagliati. La rapina ha avuto luogo tra le due e le tre. I rapinatori, che parlavano con accento slavo, si sono introdotti dal garage nell'abitazione in via Damiano Chiesa: prima hanno immobilizzato C.P., 69 anni, legandola al tetto con alcune fascette di plastica. La donna non ha detto dov'erano le chiavi della cassaforte, così i banditi hanno legato e minacciato il marito, F.T., 84enne, che dormiva in un'altra camera. L'anziano imprenditore in passato era titolare di un'impresa di costruzioni.

I rapinatori poi sono tornati dalla donna che a quel punto ha indicato dov'erano le chiavi della cassaforte; hanno portato via quattro bracciali in oro, 500 euro in contanti, un anello e un orologio d'oro, poi sono fuggiti prendendo la direzione del vicino parco pubblico. La coppia è stata liberata dal figlio,  33 anni, che abita al piano superiore ma non ha sentito nulla ed è stato bloccato dai rapinatori, che hanno chiuso a chiave la porta. Prima di fuggire i malviventi hanno anche sparso lisoformio per cancellare le tracce, un'azione che conferma che ad agire è stata una banda di professionisti del crimine. Le indagini sono affidate ai Carabinieri di San Giovanni Lupatoto, che hanno già sentito la coppia rapinata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di paura a Pozzo, coppia rapinata tra le mura di casa

VeronaSera è in caricamento