Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Mazzini

Rapina da tre milioni di euro in via Mazzini. I banditi gettano i gioielli nell'Adige

Si sono presentati da World Diamond Group come finti turisti, con tanto di cappello di paglia in testa. Poi però hanno estratto le pistole e immobilizzato i dipendenti, per poi fare razzia dei preziosi monili

Hanno provato il colpo in una gioielleria di via Mazzini ma alla fine si sono dovuti liberare del bottino lanciandolo nell'Adige. 

Erano circa le 17.30 quando tre uomini sono entrati da World Diamond Group. Con un cappello di paglia in testa si sono inizialmente finti dei comuni turisti, salvo poi estrarre le pistole per puntarle sui quattro dipendenti presenti: prima li hanno costretti a sdariarsi, poi gli hanno legato mani e piedi con alcune fascette di plastica.
Con il personale immobilizzato, hanno potuto mettere a soqquadro il negozio, prelevando tutto ciò che volevano, compreso un diadema da mezzo milione di euro che era in vetrina: pare il valore complessivo che si aggirerebbe sui tre milioni di euro in gioielli. I tre a quel punto si sono diretti a piedi, in tutta fretta, verso piazza Erbe, ma poco dopo sono stati intercettati dall’equipaggio di una volante della Polizia, e per sfuggire alle manette si sono liberati della preziosa refurtiva gettandola nelle acque dell'Adige da un ponte. 
In zona ora stanno arrivando i sommozzatori per cercare di recuperare il maltolto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina da tre milioni di euro in via Mazzini. I banditi gettano i gioielli nell'Adige

VeronaSera è in caricamento