Minaccia infermiera con una siringa sporca di sangue: tentata rapina al pronto soccorso

Si tratta di un 29enne residente a Montecchia di Crosara: voleva soldi per comprare del cibo

Dopo aver trascorso la nottata in ospedale per degli accertamenti alle 6.30 di venerdì un uomo in evidente stato di alterazione dovuto all’assunzione di droga si è presentato nella sala d’attesa del pronto soccorso dell'ospedale vicentino San Bortolo con fare minaccioso. Si trattava di E.R., un 29 enne residente a Montecchia di Crosara nel Veronese, ma di fatto senza dimora.

Noncurante della presenza di alcuni pazienti in attesa, si è avvicinato allo sportello del triage con una siringa sporca di sangue intimando a una infermiera di consegnargli dei soldi per comprare del cibo.

La pronta reazione della vittima e l’immediato intervento della pattuglia dei carabinieri ha permesso di bloccare, non senza fatica, l’individuo che è stato arrestato per tentata rapina e portato al carcere di San Pio X. Vicenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Cori razzisti". Un video mette i tifosi dell'Hellas ancora al centro della bufera

  • Droga, cellulari, manette e armi in casa: 38enne della Bassa arrestato

Torna su
VeronaSera è in caricamento