Cronaca Via delle Fontanelle

Rapina al supermercato e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti a San Bonifacio

Della rapina impropria al Famila Superstore è accusata una donna di 37 anni, la quale per tre anni non poteva neanche tornare a San Bonifacio. Un 41enne che era con lei, invece, si è scagliato contro un carabiniere

Lo scorso weekend, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di San Bonifacio arrestato una donna di origine marocchina, 37enne, senza fissa dimora e senza occupazione. L'arrestata aveva rubato dal supermercato Famila Superstore di San Bonifacio prodotti alimentari dal valore complessivo di 100 euro. La donna ha provato a superare le casse senza pagare, ma è stata scoperta dal personale della vigilanza. Per fuggire, si è scagliata con violenza contro un dipendente del supermercato. La sua fuga, però, è stata interrotta dai militari che l'hanno arrestata per rapina impropria.
Sulla donna, tra l'altro, gravava anche un divieto di ritorno a San Bonifacio, per tre anni, a partire dal maggio del 2020.

Altri due connazionali dell'arrestata, che non avevano partecipato al furto, sono stati segnalati perché erano in compagnia della donna all'interno del supermercato. I due sono stati rintracciati dai carabinieri con l'aiuto dalla polizia locale di San Bonifacio e sono stati trovati senza documenti di riconoscimento. Per questo, sono stati accompagnati in caserma per le operazioni di fotosegnalamento. In caserma, uno dei due uomini, 41enne e senza fissa dimora, improvvisamente si sarebbe scagliato contro un militare, colpendolo al volto. Il 41enne è stato poi bloccato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

I due arresti sono stati convalidati in tribunale a Verona. Il procedimento a loro carico si terrà a maggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina al supermercato e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti a San Bonifacio

VeronaSera è in caricamento