Rapinano gioielleria in Svizzera, arrestati e messi in carcere a Verona

Sono tre cittadini francesi, di 18, 22 e 24 anni. La rapina era stata messa a segno il 16 agosto e l'arresto è avvenuto il giorno seguente in autostrada

Tre cittadini francesi, di 18, 22 e 24 anni, sono stati arrestati in autostrada vicino a Verona e portati nel carcere di Montorio. Sono sospettati di essere gli autori del furto milionario messo a segno giovedì scorso, 16 agosto, in una gioielleria svizzera a Samnaun. I tre erano a bordo dell'auto usata per la fuga, una Mercedes grigia, che era stata avvistata in Trentino Alto Adige e grazie alla collaborazione tra la polizia svizzera e quella italiana è stato possibile l'arresto dei tre presunti rapinatori, arresto avvenuto nella giornata di venerdì, 17 agosto.

Non è quindi durata molto la fuga dei tre giovani francesi che poco prima delle 4 del mattino di giovedì avevano sfondato l'ingresso della gioielleria con un fuoristrada. I rapinatori hanno poi messo orologi e gioielli all'interno di alcuni sacchi e poi sono scappati. Il valore della refurtiva ammontava a centinaia di migliaia di franchi svizzeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento