Armati e a volto coperto, irrompono nel centro e rapinano la gioielleria

Il colpo è stato messo a segno nella serata di mercoledì a Cologna Veneta, nel centro commerciale dove è presente il supermercato Famila, quando ancora molti clienti erano presenti all'interno. Indagano i carabinieri

I carabinieri al Famila di Cologna Veneta - Foto d'archivio

Sono stati momenti di grande paura quelli vissuti intorno alle 19 di mercoledì sera nel centro commerciale di Cologna Veneta, dove 4 banditi hanno rapinato la gioielleria Sandri presente all'interno, quando ancora molta gente si trovava sul posto. 

Quando ancora mancava più di un'ora alla chiusura del centro Iperfamila, che al suo interno vede anche un bar ed una farmacia, oltre ad altri negozi, un'auto bianca, probabilmente un'Alfa Romeo Giulietta, si è bloccata davanti all'ingresso principale per far scendere quattro uomini, con il volto coperto da un passamontagna. Due di questi erano sicuramente armati, ma si ipotizza che lo fossero tutti, in particolare uno di loro imbracciava un fucile ed è andato ad appostarsi tra il loro obiettivo, la gioielleria, e l'uscita casse del supermercato. 
I complici nel frattempo sono penetrati nell'attività, aperta su due lati, puntando la pistola in faccia alla cassiera 40enne, la quale, terrorizzata, ha aperto il registratore di cassa, una cassetta di sicurezza e alcuni espositori. I criminali avrebbero anche provato a mandare in frantumi le teche senza però riuscirvi e a quel punto si sarebbero appropriati di monili e denaro, per un valore di circa 50 mila euro, per poi scappare a bordo della stessa auto, che risulterebbe rubata. Nel frattempo nel supermercato era scattato il fuggi-fuggi generale, ma fortunatamente nessuno avrebbe riportato conseguenze.  

Lanciato l'allarme, sul posto sono arrivati i carabinieri di Cologna, raggiunti poi dai colleghi del Nucleo operativo Radiomobile, delle stazioni di Cerea e Ronco  dal personale della Scientifica di Legnago, che hanno dato il via alle indagini. Raccolte le testimonianze dei presenti, in primis quelle della commessa minacciata, sono stati acquisiti anche i filmanti di videosorveglianza. 

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Must have moda estate 2019: i consigli dell'esperto

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • I 7 "must have" dell'estate 2019

I più letti della settimana

  • Strano viavai da un bar, scatta il blitz: trovata della cocaina, 46enne arrestata

  • Si guasta l'auto e viene investito: un morto e un ferito a Verona dopo l'incidente sulla T4-T9

  • Shopping a prezzi ribassati, arrivano i saldi estivi: quando iniziano a Verona e consigli utili

  • In Veneto ci sono 73.812 inadempienti all'obbligo vaccinale, Burioni: «Terrorizzante»

  • Bimba in Rianimazione a Verona dopo infezione da tetano: «Condizioni stazionarie»

  • Bimba non vaccinata in rianimazione a Borgo Trento, duro Burioni: «Antivaccinisti somari»

Torna su
VeronaSera è in caricamento