Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa, 11

Rapina a mano armata in autogrill, 40enne in manette: incastrato dal furto dell'auto

Il colpo venne messo a segno a fine 2019 in provincia di Brescia, ma le indagini della Polizia stradale di Verona sono proseguite: l'uomo avrebbe rubato il mezzo due giorni prima (poi bruciato dopo la rapina), ma alcune telecamere lo avevano ripreso nella zona

Polizia Stradale - Immagine di repertorio

La notte del 3 dicembre 2019, poco dopo le ore 2, venne messa a segno una rapina all'autogrill Chef Express dell'area di servizio Campagnola Ovest, situata lungo la A4 nel territorio comunale di Calcinato, in provincia di Brescia: un anno e mezzo dopo, il presunto responsabile è stato arrestato dalla Polizia Stradale di Verona. 
La Procura di Brescia, che ha coordinato le attività investigative, ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dagli uomini del Comandante Girolamo Lacquaniti, nei confronti di un 40enne bresciano con alle spalle precedenti analoghi. 
Oltre che del reato di rapina a mano armata, l'indagato dovrà rispondere anche del furto e del successivo incendio dell'auto usata per il colpo. 

E proprio il furto dell'auto, avvenuto due giorni prima della rapina nei pressi di un bar di Montichiari, avrebbe permesso agli investigatori della Polizia di risalire al rapinatore. Grazie alle immagini registrate dalle telecamere del locale, il 40enne sarebbe stato infatti individuato tra i clienti presenti nei momenti che hanno preceduto il furto del mezzo. Le successive analisi tecniche sulle celle dei ripetitori telefonici, avrebbero poi evidenziato come il telefono del pregiudicato bresciano si trovasse nei pressi dell'autogrill, al momento della rapina. 

È scattata poi la perquisizione nell'abitazione dell'indagato da parte del personale della Polizia di Stato, dove sarebbero stati rinvenuti i vestiti utilizzati la notte del colpo, oltre ad una valigetta ed il manuale di una pistola "Bruni", compatibile con quella con cui era stata minacciata la donna che si trovava sola all'interno dell'autogrill quella notte, svolgendo la mansione di cassiera.

«Una rapina che aveva fruttato poco più di 300 euro e che per le modalità con cui è stata portata a termine evidenzia una assoluta sproporzione tra i reati commessi ed il risultato ottenuto», ha commentato il Comandante della Polizia Stradale scaligera, Girolamo Lacquaniti, che ha sottolineato come «l'intera indagine si è potuta avvalere anche del prezioso contributo che le telecamere di controllo presenti in diversi ambiti dell'Autostrada A4 e delle aree di servizio e che rappresentano un utile sistema sia in chiave investigativa sia come utile deterrente». 

lacquaniti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata in autogrill, 40enne in manette: incastrato dal furto dell'auto

VeronaSera è in caricamento