Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Badia Calavena / via Collina

Rally Due Valli. Carrozziere aggredito lancia l'accusa ad un commissario di gara

I carabinieri di San Bonifacio sono intervenuti sul posto, mettendo a verbale anche le testimonianza di diverse persone che avrebbero assistito all'episodio, verificatosi al termine della prova speciale

Un'aggressione avvenuta durante il Rally delle Due Valli, è stata depositata presso i carabinieri di San Bonifacio: i due protagonisti sono un carrozziere in servizio durante la corsa e un commissario di gara della zona di Badia Calavena, località Collina. 
Come riporta il giornale L'Arena, una delle auto in gara è uscita di strada al termine delle prove speciali ed è stato quindi chiamato un carroattrezzi ma, giunto sul posto, l'autista si è reso conto che il veicolo era troppo a valle, una trentina di metri circa, per poterlo prendere senza una gru. Intanto pilota e navigatore erano usciti dall'abitacolo, fortunatamente illesi, e il carrozziere C. G., 30 anni originario di Monteforte, ha avvisato quindi il titolare, capo dell'Aci Tebaldi, per chiedere che il mezzo più idoneo al recupero dell'auto venisse inviato. Sul posto vicino a lui c'era anche il personale dell'ambulanza e coloro che aiutano i piloti rimasti incastrati ad uscire dagli abitacoli, quando ha sentito un commissario affermare via radio, come si legge sulle pagine de L'Arena, che il veicolo non poteva essere recuperato "e che sarà necessario tagliare degli alberi, e anche il palo della luce che è stato abbattuto". Il carrozziere allora, a voce alta avrebbe chiesto chi sia in errore e a quel punto, secondo la sua versione, dal gruppo di persone sarebbe spuntato un commissario di gara che, gridandogli contro, lo avrebbe preso per il bavero della giacca e spinto verso la scarpata. Scivolando, l'aggressore sarebbe poi caduto sul 30enne, con il primo che sbatte la faccia, mentre il secondo è stato schiacciato dal peso dell'uomo, non riuscendo più a respirare anche a causa del trauma toracico. Il carrozziere allora è stato trasportato in ospedale, dove i medici gli hanno riscontrato la frattura dell'ottava costola e diverse contusioni, tra cui la sospetta lussazione di una spalla: prognosi di 30 giorni e reato perseguibile d'ufficio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di San Bonifacio, che hanno potuto mettere a verbale la testimonianza di numerose persone. Queste le parole del carrozziere aggredito al giornalista de L'Arena: "Meno male che tutti hanno visto che sono stato aggredito. Io stavo parlando con il navigatore quando il commissario di gara mi ha spintonato. Sono stato preso alla sprovvista di certo non mi aspettavo un atteggiamento simile. Adesso so soltanto che ho male e che perderò un mucchio di giorni di lavoro". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rally Due Valli. Carrozziere aggredito lancia l'accusa ad un commissario di gara

VeronaSera è in caricamento