menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzi sorpresi a fumare "erba" sul Garda, reagiscono ai carabinieri

Quando i militari li hanno beccati, al lido Campanello nel comune di Castelnuovo, hanno subito mostrato un atteggiamento insofferente, rifiutandosi anche di consegnare di documenti d'identità

I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Peschiera del Garda li hanno sorpresi in spiaggia mentre fumavano marijuana e i tre giovanissimi non solo si sono rifiutati di esibire i propro documenti, ma hanno anche dato vita ad un'aggressione. 

Questo l'atteggiamento tenuto da tre ragazzi di origine nordafricana che nel caldo pomeriggio di inizio estate dello scorso sabato affollavano insieme a molti altri coetanei la spiaggia del lido Campanello a Castelnuovo del Garda, mischiandosi fra numerosi turisti, passanti e ciclisti che in quel momento transitavano sul lungolago.
I tre non si aspettavano l'arrivo a piedi dei militari nella zona pedonale, che però viene sempre tenuta sotto controllo, e sono stati quindi sorpresi mentre consumavano liberamente l'erba. Forse l'effetto dello stupefacente, o magari il fatto di essere in mezzo a decine di coetanei, ha poi indotto i tre ad avere una reazione insofferente e aggressiva nei confronti degli uomini dell'Arma, che hanno richiesto loro i documenti d'identità. I giovani allora hanno subito alzato i toni, attirando l'attenzione di alcune decine di ragazzi lì presenti e abbozzando una reazione fisica subito bloccata dai carabinieri, che nel frattempo hanno ricevuto manforte dagli agenti della squadra nautica della polizia di Stato. 

Un 19enne è stato subito arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e un 17enne è stato denunciato a piede libero per lo stesso reato, mentre il terzo straniero è riuscito ad allontanarsi nella concitazione del momento.
L’arrestato è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e dopo un fine settimana in cella, lunedì presso il tribunale di Verona il provvedimento è stato convalidato, con condanna a quattro mesi di reclusione e pena sospesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento