Cronaca Borgo Trento / Via Osoppo

Raccolta fondi per il rider sfregiato. «Piccolo contributo per un grande gesto»

Michele Dal Forno si è ritrovato con più di cinquanta punti di sutura sotto l'occhio sinistro per aver aiutato una conoscente importunata da due minori. Il titolare della pizzeria per cui lavora ha pensato ad una colletta per aiutarlo

L'immagine del rider sfregiato usata per la raccolta fondi

«Un piccolo contributo per un grande gesto». Questo il titolo scelto per una raccolta fondi in favore di Michele Dal Forno, il rider e studente 21enne sfregiato sabato scorso, 17 aprile, in Via Locchi a Verona. Ad organizzare la raccolta è stato Ronni Tarocco, titolare della pizzeria per cui lavora Michele Dal Forno, la Oasi Gourmet - Ronni Tarocco di Via Osoppo. Una raccolta fondi pensata per coprire le spese delle cure ma anche come riconoscimento per il coraggio dimostrato dal 21enne, intervenuto dopo una consegna in difesa di una conoscente importunata da due minorenni. È stato uno dei due minori, un 16enne, a tirare fuori un coltello dalla tasca e a provocare un taglio sotto l'occhio sinistro del giovane, dalla narice fin quasi l'orecchio.

CLICCA QUI PER CONTRIBUIRE ALLA RACCOLTA FONDI PER MICHELE DAL FORNO

Erano più o meno le 20.30, quando il fattorino stava tornando verso il suo motorino dopo aver consegnato delle pizze. Il 21enne ha sentito una ragazza discutere con due minori. Michele Dal Forno non si è girato dall'altra parte ed è intervenuto, chiedendo alla conoscente se stesse bene e se avesse bisogno di aiuto. Lei piangeva ed era spaventata. Uno dei minori ha cominciato ad insultare il rider, finché l'altro non è intervenuto estraendo rapidamente la lama dalla tasca e colpendo Michele Dal Forno al volto. I due sono subito scappati, mentre sul posto accorrevano l'ambulanza e gli agenti della squadra Volanti della polizia.
Portato in ospedale, la ferita sul viso del ragazzo è stata ricucita con più di cinquanta punti di sutura. Nel frattempo, i poliziotti rintracciavano il 16enne, il cui fermo è stato convalidato. L'adolescente è stato portato nel carcere per minori di Treviso ed è accusato di lesioni gravissime, aggravate dai futili motivi.

Per questa vicenda è stata organizzata la raccolta fondi, che in meno di un giorno ha superato i 20mila euro, come riconoscimento per un gesto che Michele Dal Forno non esiterebbe a rifare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta fondi per il rider sfregiato. «Piccolo contributo per un grande gesto»

VeronaSera è in caricamento