rotate-mobile
Cronaca

Quasi due milioni di euro di aiuti bloccati in Provincia

I soldi ci sono, ma se si spendono si sfora il patto di stabilit. Zigiotto: "Un danno incredibile"

E' paradossale. C'è un'emergenza, si raccolgono i soldi, non pochi, ma non si possono spendere. E' l'amara realtà che si sono trovati davanti i funzionari della Provincia. Oggi è stata approvata una delibera con cui si accantonano un milione e settecentomila euro per aiutare i Comuni colpiti dall'alluvione. Il problema è che non si sa come erogarli. La Provincia, infatti, per non uscire dal patto di stabilità nel 2011, può spendere solo quattrocento mila euro, che non fanno parte della somma indicata nella delibera. Non un euro in più. Quindi anche i quattrocentomila euro che la fondazione Cariverona aveva messo a disposizione non si possono spendere.

Sforare il patto di stabilità "sarebbe un danno incredibile - spiega l'assessore alla Protezione civile Giuliano Zigiotto - il Governo ci taglierebbe i fondi. Al momento non ci sono leggi adeguate". Questo buco normativo sarà una delle questioni poste al commissario delegato per l'alluvione Mariano Carraro, che oggi incontrerà i sindaci e le maestranze del territorio veronese. "Vista l'emergenza e i motivi per cui questi soldi sono stati raccolti, chiediamo al Governo che ci permetta di sforare il patto di stabilità. O almeno che copra in prima persona la somma che vorremmo spendere".

Furente il sindaco di Monteforte d'Alpone Carlo Tessari: "Se c'è una mancanza nel nostro apparato legislativo - commenta - abbiamo dei parlamentari a Roma. Che si diano da fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi due milioni di euro di aiuti bloccati in Provincia

VeronaSera è in caricamento