rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Cronaca

Quartiere sicuro e libero dallo spaccio

Il commento del vicecomandante Grella della Muncipale: "Ora i bar hanno persino cambiato gestione"

Un quartiere più sicuro da un anno a questa parte, un sospiro di sollievo per i residenti della zona Stadio. Il bilancio dell’ormai conclusa operazione “Quartiere sicuro” per sgominare una banda dedita allo spaccio al dettaglio di eroina al Palladio fa sorridere di soddisfazione il vicecomandante della polizia municipale, Lorenzo Grella: “Nonostante gli ultimi arresti fossero il risultato delle indagini partite dai locali di zona Stadio- ammette- abbiamo riprova che ormai l’intero quartiere è più sicuro. Quando i controlli sono entrati nel vivo, da marzo 2010, i pusher si erano spostati e avevano cominciato ad occupare altre zone”.

L’“Admiral”, il “Champagne”, la sala scommesse Snai e il bar “Le Torri”, erano rientrati nelle indagini: secondo gli inquirenti erano i locali dove il giro di spaccio si faceva più pesante. In zona Stadio i blitz erano all’ordine del giorno, non era nemmeno raro notare l’elicottero dei carabinieri sorvolare la zona. L’installazione di telecamere di videosorveglianza e gli appostamenti in borghese hanno fatto il resto. Non ci hanno messo tanto, così, gli agenti a richiedere la temporanea sospensione delle attività. E quando l’ennesima retata, il 25 marzo dell’anno scorso, ha portato cento militari con i cani antidroga ad entrare nei bar per arrestare 8 spacciatori, i residenti li hanno accolti tra gli applausi. Continua Grella: “Dopo le serrate obbligate i bar hanno cambiato gestione e ora la zona sembra più pulita e vivibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere sicuro e libero dallo spaccio

VeronaSera è in caricamento