Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Sommacampagna

Più di 100 multe e un arresto al Quadrante Europa in un mese di controlli

La maggior parte delle sanzioni della polizia locale sono per sosta irregolare, ma l'autista di un autocarro è stato arrestato perché aveva una carta d'identità falsa e un autocarro è sequestrato perché non assicurato

Nel primo mese di controlli mirati sui mezzi pesanti al Quadrante Europa, sono complessivamente 130 i veicoli controllati dalla polizia locale di Verona, con un totale di più di 100 sanzioni e provvedimenti comminati.
Il lavoro degli agenti rientra nel piano di potenziamento delle attività degli agenti al Quadrante Europa, iniziato a luglio dopo la firma del protocollo tra il sindaco Federico Sboarina e il presidente del Consorzio Zai Matteo Gasparato. Il protocollo prevede il controllo del territorio giornaliero con pattuglie e servizi dedicati, con operatori specializzati nel controllo dell'autotrasporto contro i reati di falso documentale e in generale per garantire una migliore sicurezza integrata.
Un tavolo tecnico permanente tra il comando della polizia locale e i vertici del Consorzio Zai, analizza i fenomeni giorno per giorno, in particolare con riferimento al cabotaggio, ai tempi di guida e riposo degli autisti, ai falsi documenti di guida e di trasporto, alle merci pericolose e ai reati di furto e di ricettazione che vengono segnalati in zona.
Il Consorzio Zai ha contribuito con l'acquisto di una nuova e moderna apparecchiatura ad alta tecnologia per l'individuazione dei falsi documentali.

I CONTROLLI E I RISULTATI DEL MESE DI LUGLIO 2021

Tra i 130 automezzi controllati al Quadrante Europa, spicca come dato l'arresto di un autista di autocarro per carta d'identità falsa, con sequestro del documento falsificato.
Un autocarro è stato posto sotto sequestro perché non assicurato, mentre in un caso la sanzione è stata comminata per trasporto merci irregolare.
Ben 66 le infrazioni per sosta irregolare a cui si aggiungono 27 verbali redatti dagli agenti per varie tipologie di violazioni commesse.
Sono 14 le infrazioni accertate al controllo del cronotachigrafo, 4 per mancanza di documenti, 2 per mancanza di cinture di sicurezza ed infine una per guida non commisurata a situazioni ambientali e una per eccesso di velocità per categoria di veicoli.

«È una grande soddisfazione, perché i numeri registrati dopo solo un mese dall'introduzione del protocollo ci danno ragione riguardo alla nostra volontà di fare controlli mirati, in particolare al Quadrante Europa sui mezzi pesanti - ha sottolineato l'assessore alla sicurezza di Verona Marco Padovani - Questo per salvaguardare la sicurezza di tutti in un punto chiave del traffico commerciale internazionale. Anche in questa occasione la sinergia tra amministrazione comunale e mondo imprenditoriale, supportata dall’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, ci ha permesso di ottenere ottimi risultati in ambito di sicurezza della cittadinanza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 100 multe e un arresto al Quadrante Europa in un mese di controlli

VeronaSera è in caricamento