Cronaca Peschiera del Garda / Viale Stazione

Pusher smascherato in stazione dal cane antidroga delle Fiamme Gialle

È stato grazie al fiuto di Tagor, così si chiama l'animale, se i Finanzieri della Compagnia di Villafranca hanno scoperto un cittadino egiziano con 38 grammi di hashish addosso

Lo scorso fine settimana l’azione preventiva delle Fiamme Gialle si è focalizzata soprattutto nei confronti delle località turistiche del lago di Garda. In particolare, nella mattinata di sabato, nei pressi della stazione ferroviaria di Peschiera del Garda, il fiuto del cane antidroga “Tagor” ha orientato i Finanzieri della Compagnia di Villafranca di Verona verso un cittadino di nazionalità egiziana proveniente da Milano.

Il cinquantenne M.Y., con fare sospetto, tentava di passare inosservato tra la folla di passeggeri appena scesi dal treno, pronti a dirigersi verso i parchi di divertimento del lago di Garda. Immediata la perquisizione nei confronti del soggetto, a seguito della quale i Finanzieri hanno rinvenuto, oltre ad un coltello da taglio, una serie di involucri contenenti complessivamente 38 grammi di hashish.

Le successive attività investigative hanno permesso alle “Fiamme Gialle” di individuare l’abitazione del soggetto dove tempestivamente si sono recate per effettuare la successiva perquisizione domiciliare. Nell’abitazione è stato rinvenuto ulteriore quantitativo di droga, del tipo hashish, per complessivi 43 grammi, parte della quale già “confezionata” in dosi, un bilancino meccanico di precisione nonché tre coltelli per il taglio dello stupefacente.

Il cittadino egiziano è stato tratto in arresto per violazione art. 73 comma 1 del D.P.R. 309/1990, e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Verona per essere sottoposto a processo con il rito “direttissima”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pusher smascherato in stazione dal cane antidroga delle Fiamme Gialle

VeronaSera è in caricamento