Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Sosta delle bici, Fiab: "Bene la pulizia dei rottami, ma va regolamentata"

Dalla prossima settimana, parte l'attività della polizia municipale di Verona per liberare rastrelliere e cartelli stradali dalle bici abbandonate oppure parzialmente smontate

Quella che parte domani, lunedì 15 gennaio, è la settimana in cui comincerà la rimozione delle biciclette abbandonate nelle rastrelliere di Verona. La polizia municipale partirà dalla zona Stazione e saranno portate via e smaltite con l'aiuto di Amia anche quelle parti di biciclette, ad esempio ruote o telai, rimaste legate ad una rastrelliera o ad un segnale stradale. Un'iniziativa che la Fiab Verona (federazione italiana amici della bicicletta) saluta positivamente, "a patto che sia parte di una strategia finalizzata a regolamentare seriamente la sosta delle bici nella nostra città e non soltanto un intervento mediatico che non arriva alla radice dei problemi", scrive il presidente Corrado Marastoni.

In passato abbiamo dato notizia di ricorsi da parte di ciclisti che si erano visti portare via i mezzi parcheggiati alla bene e meglio per reale mancanza di alternative regolari - spiega Marastoni - Malgrado i periodici impegni e le promesse della politica locale, la mancanza di rastrelliere sicure resta un problema endemico sia nel centro che nei quartieri. Crediamo che la soluzione consista in un'adeguata proporzione tra rastrelliere e stalli auto (ad esempio 1 rastrelliera ogni 5 stalli auto) combinata con una costante azione di pulizia e controllo della sosta disordinata, specialmente in corrispondenza dei grandi attrattori di traffico. Da tempo, inoltre, chiediamo a livello cittadino un provvedimento che dichiari nulli i punti dei regolamenti condominiali che fanno ingiustificato divieto di parcheggiare le bici negli spazi comuni degli edifici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta delle bici, Fiab: "Bene la pulizia dei rottami, ma va regolamentata"

VeronaSera è in caricamento