Pulcini, lite tra genitori sugli spalti e spunta un coltello: Daspo per 2 uomini

L'episodio ha avuto luogo lo scorso 30 novembre presso l’impianto sportivo di via Santa Elisabetta, in zona Santa Lucia a Verona, dove si sono subito diretti gli equipaggi delle Volanti della Polizia di Stato

La Volante della Polizia di Stato agli impianti sportivi

Al termine degli accertamenti condotti dagli agenti delle Volanti e della Divisione Anticrimine, il Questore di Verona, la dottoressa Ivana Petricca, nei giorni scorsi ha emesso due daspo nei confronti di due genitori che, durante una partita di calcio dei loro bimbi, si sono resi protagonisti di un forte litigio, sfociato in insulti e minacce.

Durante l’incontro calcistico della categoria “pulcini”, disputato nel pomeriggio dello scorso 30 novembre, presso l’impianto sportivo di via Santa Elisabetta, in zona Santa Lucia, è scoppiata una lite tra alcuni genitori presenti sugli spalti.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle Volanti, intervenuti immediatamente sul posto, una banale discussione tra un cittadino albanese di 38 anni e un cittadino marocchino di 50, sarebbe sfociata in gravi insulti ed aggressioni.
Iniziamente il più giovane dei due sarebbe stato aggredito dall’altro mentre rimproverava il proprio figlio: per farlo tacere, il 50enne gli avrebbe messo le mani in faccia, provocandogli ferite alle labbra e ai denti. Un'azione alla quale il 38enne avrebbe reagito estraendo il coltello e puntandolo contro l’altro genitore, minacciandolo di morte.

In quell’occasione, quindi, l’uomo è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata. Secondo le forze dell'ordine, l’episodio è stato commesso per motivi di estrema futilità e accerterebbe la pericolosità dei due individui per l’ordine e la sicurezza pubblica: nei loro confronti è stato dunque disposto il Daspo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per entrambi i soggetti, il provvedimento prevede il divieto di accedere per due anni all’interno degli impianti sportivi dove si svolgono manifestazioni sportive relative al gioco del calcio. Inoltre, nella città di Verona e nelle giornate in cui si disputano gli incontri calcistici, il divieto è esteso anche ai luoghi interessati dall’evento come, ad esempio, la stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova e le aree limitrofe allo stadio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento