rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Protestano per il volume, lui li ferisce con una mazza

Stefano Zanini, 40enne, alla richiesta di abbassare lo stereo ha perso la testa colpendo due persone

Ha perso letteralmente la testa Stefano Zanini, 40enne veronese residente a Parona, quando i suoi vicini gli hanno chiesto di abbassare il volume dello stereo. Non appena è stato richiamato non ci ha visto più, ha imbracciato una mazza e ha iniziato a colpire con violenza il cofano e il parabrezza dell'auto del vicino. Non contento ha iniziato a ingiuriare la sua compagna e a minacciare la coppia. Al secondo richiamo, questa volta giunto da altri vicini di casa, il 40enne ha pensato bene di usare la mazza anche contro le persone, procurando a un uomo un edema a una gamba e a una donna ferite guaribili in 60 giorni.

Non riuscendo più a controllarsi, Zanini ha iniziato a minacciare tutti i presenti, colpendo un altro veicolo parcheggiato vicino alle loro abitazioni. I carabinieri, non appena sono giunti sul posto, hanno raccolto le testimonianze dei vicini, tutte concordi, documentando l'accaduto e certificando la personalità violenta dell'aggressore, che avrebbe potuto commettere altri reati dello stesso tipo. Anche con l'uso di armi da fuoco. Per questi motivi il gip Laura Donati ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ora il 40enne si trova in cella a Montorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protestano per il volume, lui li ferisce con una mazza

VeronaSera è in caricamento