Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

No Green Pass, autorizzata la protesta a Verona Porta Nuova ma all'esterno

I manifestanti contrari alla certificazione si potranno ritrovare in Piazzale XXV Aprile, dove è stato disposto anche un servizio di ordine pubblico rafforzato. Attenzionate anche le altre stazioni della provincia

Quella che si preannunciava come una plateale protesta contro il Green Pass si è ridimensionata, anche se non si arresta. Oggi, 1 settembre, è il primo giorno in cui l'obbligo della certificazione verde viene esteso anche a scuole, università e mezzi pubblici. Ed i contrari erano pronti a manifestare in una cinquantina di stazioni ferroviarie, minacciando anche di bloccare quei treni su cui si potrà viaggiare da oggi in poi solo con il Green Pass. Due le stazioni veronesi in cui erano state annunciate proteste non autorizzate: Verona Porta Nuova e Peschiera del Garda. Proteste che con il passare delle ore sono state modificate.

A Verona Porta Nuova non ci sarà nessuna invasione della stazione, ma un presidio statico in Piazzale XXV Aprile. Un presidio per cui è stata chiesta l'autorizzazione alla Questura. E l'autorizzazione che è stata concessa. Questo pomeriggio alle 18, dunque, i No Green Pass si ritroveranno davanti alla principale stazione dei treni del capoluogo e potranno esprimere lì il loro disaccordo alle regole approvate dall'attuale Governo. Per loro non ci sarà nessuna sanzione perché la manifestazione è autorizzata, ma la polizia (in particolare quella ferroviaria) ha ottenuto dei rinforzi per vigilare ed evitare che la protesta degeneri. Un presidio di ordine pubblico è stato disposto per la stazione di Verona Porta Nuova, ma anche le altre principali stazioni saranno attenzionate. Non solo quella di Peschiera del Garda, che doveva essere uno dei teatri della manifestazione indetta dal sedicente gruppo Popolo Autogestito Pacifico, ma anche quelle di San Bonifacio e Legnago.

I timori sono che i più esagitati possano entrare in stazione per bloccare il traffico ferroviario oppure per danneggiare treni o binari. Ma al presidio di Piazzale XXV aprile sono attese circa un centinaio di persone, dunque la situazione non dovrebbe sfuggire di mano alle forze dell'ordine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Green Pass, autorizzata la protesta a Verona Porta Nuova ma all'esterno

VeronaSera è in caricamento