Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Vendita di Atv, prosegue la protesta dei lavoratori: striscioni affissi in Comune

Blitz di protesta da parte dei dipendenti Atv per rivendicare la loro contrarietà alla cessione dell'azienda. Alcuni striscioni sono stati affissi presso la sede Atv, così come quella della Segreteria di "Fare!" e a Palazzo Barbieri

A seguito delle dichiarazioni del sindaco Flavio Tosi circa la possibile cessione dell'azienda di trasporti veronese a Ferrovie Nord Milano, giudicate "poco rassicuranti" dai lavoratori di Atv, quest'ultimi coadiuvati  da sls, hanno annunciato la loro ferma convinzione nel proseguire la protesta.

La loro richiesta principale è quella che "vengano garantite e sottoscritte le tutele per i lavoratori e il servizio di qualità ai cittadini veronesi". Per questo si dicono convinti nel "ribadire fermamente il loro 'no' alla vendita di una società sana e con bilanci in regola".

Striscioni di protesta affissi dai dipendenti Atv

Per questo motivo, alcuni di loro nella serata di venerdì 24 febbraio hanno compiuto una chiara azione dimostrativa, affiggendo alcuni striscioni recanti il loro chiaro messaggio di protesta ("Atv resti ai Veronesi") presso le sedi di Atv in lungadige Galtarossa, presso la segreteria del partito Fare!, in via delle Nazioni 19 e nella sede centrale del municipio in Piazza Bra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita di Atv, prosegue la protesta dei lavoratori: striscioni affissi in Comune
VeronaSera è in caricamento