rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Sommacampagna / Via Aeroporto

Profugo prova ad imbarcarsi per Londra: fermato al Catullo col passaporto falso

La Polizia di Stato lo ha bloccato alle 9.30 di domenica mattina per svolgere un controllo, dal quale è emerso però che il documento americano che aveva esibito non era regolare

Erano circale 9.30 di domenica quando, durante i costanti controlli che il personale della Polizia di Stato in servizio all’aeroporto di Verona assicura quotidianamente per garantirne la massima sicurezza, un passeggero che si era presentato al banco del check in per imbarcarsi sul volo Ryanair nr.FR4542 diretto a Londra, in partenza alle ore 10.30, è stato accuratamente esaminato nell'area partenze
Agli agenti di Polizia intervenuti, il ragazzo ha mostrato un passaporto ordinario degli Stati Uniti d’America con la sua fotografia.
Subito i poliziotti di Frontiera, attraverso particolari tecniche di rilevamento sul falso documentale, hanno appurato che il documento americano era stato falsificato mediante la sostituzione della pagina contenente i dati.

Il passeggero, immediatamente arrestato, è risultato essere O.F., cittadino eritreo di anni 19, il quale, volendo raggiungere un connazionale residente a Londra pur essendo privo di documenti, aveva acquistato il passaporto americano falsificato a Roma, affermando poi di essere giunto in Italia via mare, più precisamente in Sicilia nel mese di ottobre 2015 e poi di essersi allontanato dal campo profughi di Roma, dove era trattenuto.
Giudicato stamane con rito per direttissima presso il Tribunale di Verona, O.F. è stato condannato alla pena di 10 mesi e 20 giorni di reclusione, poi sospesa con la remissione in libertà del ragazzo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Verona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profugo prova ad imbarcarsi per Londra: fermato al Catullo col passaporto falso

VeronaSera è in caricamento