rotate-mobile
Mercoledì, 4 Ottobre 2023
Cronaca

Sbarcati a Catania, una decina di profughi giunge nel Veronese: attesi altri arrivi

«Noi facciamo il massimo, siamo pronti ad accogliere ogni disponibilità da parte di enti o istituzioni. Se però prima la situazione era difficile, oggi direi che è impossibile», ha detto il prefetto di Venezia Vittorio Zappalorto

Una cinquantina di migranti provenienti dalla Sicilia, sbarcati dalle navi Geo Barents e Humanity 1, sono arrivati in Veneto a bordo di un pullman partito da Catania.
A riferirlo è ANSA, la quale ha appreso dal prefetto di Venezia, Vittorio Zappalorto, che sarebbero già stati distribuiti nelle sette province regionali. 

Gruppi di poco meno di una decina di migranti sono stati suddivisi fra Treviso, Venezia, Padova, Verona, Vicenza, un numero ancora inferiore è stato invece destinato a Belluno e Rovigo. Tra loro non ci sono minori o donne, ma solo uomini adulti. Il prefetto ha quindi confermato che altri contingenti dalla Sicilia arriveranno nei prossimi giorni in Veneto. Solo venerdì ne sono attesi una ventina. Zappalorto non ha nascosto la propria preoccupazione, perché in Veneto sono ormai chiusi i vecchi hub, come quelli di Cona e Bagnoli di Sopra (Padova), e non ci sono posti in strutture sufficientemente grandi.
«Il sistema dell'accoglienza è ormai saltato - ha commentato - ma si sapeva che si sarebbe arrivati a questo punto. Noi facciamo il massimo, siamo pronti ad accogliere ogni disponibilità da parte di enti o istituzioni. Se però prima la situazione era difficile, oggi direi che è impossibile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarcati a Catania, una decina di profughi giunge nel Veronese: attesi altri arrivi

VeronaSera è in caricamento