menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angelino Alfano a Verona (fonte foto Facebook Consiglio Nazionale Notariato)

Angelino Alfano a Verona (fonte foto Facebook Consiglio Nazionale Notariato)

Profughi e riforma costituzionale. Ieri a Verona i ministri Alfano e Boschi

Il ministro dell'interno ha confermato la nuova direzione del governo di mantenere una proporzione di 3 profughi ogni 1000 abitanti nei comuni che accoglieranno i richiedenti asilo

Giovedì 27 ottobre, primo giorno dei tre organizzati in fiera a Verona per il 51o congresso nazionale del notariato. Tra gli altri ospiti anche due ministri: Maria Elena Boschi e Angelino Alfano

"Siete portatori di quel patrimonio immateriale del paese che si chiama fiducia", ha detto Alfano ai circa 1.500 notai venuti a Verona da tutta Italia. "Siete presidio di legalità per il nostro paese", ha aggiunto il ministro alle riforme Boschi.

Ma sono stati anche altri i temi toccati dai due ministri. Quello più sentito, soprattutto a livello locale dopo il caso dell'hotel Cristallo di Castel d'Azzano, è quello dell'accoglienza dei profughi. Ne ha parlato a margine del congresso il ministro dell'interno Alfano, come riportato da Ansa: "La strategia del governo è di individuare mediamente una proporzione di tre migranti ogni mille abitanti - ha detto il ministro Alfano - Questo ci darebbe la possibilità di non oberare le comunità locali, di non mettere un peso sulle comunità insostenibile. Ciascuna comunità deve sostenere un peso che le proprie spalle, anche in termini di accoglienza, possono sopportare. E io credo che questo sia un obiettivo fattibile". Parole che si avvicinano molto alla posizione espressa recentemente da Arci Verona. E sull'hotel di Castel d'Azzano requisito, Alfano ha confermato il fatto che le requisizioni sono l'ultima strada percorribile dalle prefetture per trovare una sistemazione ai richiedenti asilo.

Della riforma costituzionale ha parlato invece il ministro Boschi. Anche questo argomento è di estrema attualità a livello locale con la nascita di comitati e l'organizzazione di incontri a favore del Sì o del No per il prossimo referendum. "Le riforme istituzionali sono importanti non solo per riallacciare un rapporto di fiducia con i cittadini e le istituzioni, ma anche perché da lì passa una parte della crescita del nostro Paese - ha detto Maria Elena Boschi ancora all'Ansa - Non è la soluzione di tutto ma secondo me rappresenta un passaggio fondamentale per potere avere strumenti per affrontare bene le sfide del futuro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento