menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accusato dell'omicidio della moglie, comincia il processo per Ivan Ichim

Il ritrovamento del corpo della donna, Aftenia Viorica Ichim, è avvenuto nel maggio del 2009. L'uomo era ricercato dal 2012 ed era stato arrestato a Kiev nel 2015 e poi estradato in Italia

Comincia oggi, 30 maggio, il processo a carico di Ivan Ichim, il 49enne moldavo accusato dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere della moglie Aftenia Viorica Ichim, di 39 anni e anche lei moldava. La notizia è riportata su L'Arena dove sono state riassunte le vicende di questo fatto di cronaca.

Tutto comincia il 10 maggio 2009 quando una donna a spasso con il cane trova un cadavere sull'argine dell'Adige vicino all'ospedale di Legnago. Era il corpo di una donna, in avanzato stato di decomposizione. Per riconoscerla, i carabinieri di Legnago hanno ottenuto per le loro indagini la collaborazione dei Ris di Parma e del Labanof, il laboratorio di antropologia e odontologia forense dell'università di Milano. Si scopre che la vittima è la 39enne moldava che si era trasferita nel veronese, dove il marito lavorava come badante. Proprio sul marito si concentrano i maggiori sospetti, anche perché l'uomo aveva fatto perdere le sue tracce, tornandosene in Moldova. Le indagini inoltre rilevano che all'interno della coppia erano frequenti i litigi scatenati dalla gelosia.

L'uomo era ufficialmente ricercato dal 2012 e nel dicembre del 2015 è stato arrestato a Kiev. Per l'estradizione si è dovuto aspettare un altro anno. Ora comincia il processo che con la sentenza dovrebbe mettere un punto definitivo alla storia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento