Primo caso di positività al coronavirus nel Comune di Angiari: «Rispettate le regole»

«Esorto tutti, - dice il sindaco Puliafito - ad attenersi alle indicazioni date dalle autorità preposte in relazione ai comportamenti da tenere per salvaguardare la salute di tutti»

Il Comune di Angiari - ph Gmaps

«Care e cari concittadini, mi è stato comunicato che anche il nostro Comune ha un caso di positività al nuovo coronavirus. Il caso è seguito dalle strutture e autorità sanitarie competenti». Ad annunciarlo pubblicamente è stato il sindaco di Angiari Antonino Puliafito, il quale ha poi spiegato: «Per ragioni di privacy non è data sapere l'identità della persona contagiata dal virus, ma comunque coloro i quali sono venuti a contatto con la stessa saranno interpellati dall'apposito servizio dell'ULSS9».

Il primo cittadino di Angiari ha quindi espresso parole di rassicurazione nei confronti di tutta la popolazione locale: «Desidero rassicurare tutti affermando che la macchina della prevenzione continua ad essere attiva nel rispetto delle misure igienico-sanitarie comunicate e diffuse in queste settimane. Sarà nostra cura comunicare alla cittadinanza ogni altra utile notizia in merito e, a tal proposito, vi invito tutti a seguirci sul nostro sito del Comune di Angiari e sulla nostra pagina Facebook».

Il sindaco Antonino Puliafito ha quindi ricordato a tutti i cittadini l'importanza, soprattutto in questa delicata fase, del rispetto delle regole, oltre che delle buone pratiche igieniche per la prevenzione del contagio e la limitazione della. diffusione del virus: «Esorto tutti, qualora ce ne fosse ancora bisogno, - afferma il sindaco di Angiari Puliafito - ad attenersi alle indicazioni date dalle autorità preposte in relazione ai comportamenti da tenere al fine di salvaguardare la propria e altrui salute. Auspicando che tutti voi possiate continuare a condurre la vostra vita con serenità, mantenendo la fiducia nelle Istituzioni e confidando nella professionalità del personale sanitario, siamo chiamati tutti ad aumentare il senso di responsabilità verso noi stessi e verso gli altri, seguendo scrupolosamente le indicazioni e prescrizioni delle Autorità competenti. Io resto a casa, fatelo anche voi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento