rotate-mobile
Cronaca

Presentati i lavori di ripristino della Sp 58

Esposti ieri mattina i provvedimenti contro il dissesto stradale

Ieri mattina, nella sala Rossa del palazzo Scaligero, l'assessore provinciale alla Protezione Civile e Politiche montane Giuliano Zigiotto ha illustrato i lavori urgenti per il consolidamento della scarpata di valle della strada provinciale n.58 “delle Vigne” (ex strada provinciale n.39), in località Campagnola del comune di Soave. Erano presenti per il Comune di Soave il sindaco Lino Gambaretto e il vicesindaco Gaetano Tebaldi, e il sindaco di Colognola ai Colli e consigliere provinciale Alberto Martelletto.

Nei mesi di novembre e dicembre 2008, lungo la strada provinciale 58 si è verificato un dissesto idrogeologico che ha provocato il collassamento di un tratto di strada di circa 50 metri. La frana si è verificata perché, da un punto di vista geologico, questa zona è caratterizzata da depositi calcarei che presentano un'elevata alterabilità chimica agli agenti atmosferici, con particolare riferimento all'acqua piovana, che determina spesso instabilità del terreno con frequenti movimenti franosi. La Provincia di Verona ha ritenuto urgente, dopo i rilievi e le opportune verifiche tecniche, operare un intervento per consolidare la sede stradale dissestata e ripristinare la viabilità. L'intervento, per un importo totale di 181.341 euro, si articolerà in tre fasi: 1) rimozione del materiale dal corpo stradale e realizzazione di una trincea drenante con elementi di tipo “Gabbiodren”, volta ad intercettare le acquee sotterranee e deviarle in un corpo idrico a valle; 2) ripristino della struttura contenitiva di valle realizzata con gabbionate già nel 2005; 3) rinverdimento del corpo stradale tramite biostuoia e idrosemina, stabilizzazione e ricostruzione del manto stradale. Inoltre, la Provincia ha già deciso di realizzare nel 2010 un ulteriore intervento, non di natura urgente come quelli illustrati sopra e previsto nel Piano delle opere triennale, finalizzato al consolidamento della porzione di strada che dalla zona attualmente interessata dal collassamento si sviluppa per circa 150 metri in direzione di Soave, mediante la realizzazione di una serie di micropali fino alla profondità massima di 10 metri.


Assessore Zigiotto: “Visti i recenti fatti di cronaca avvenuti a Messina e l'arrivo della stagione invernale, ritengo sia importante prendere atto della gravità del problema delle frane che coinvolge molte zone della provincia di Verona. Con il nuovo Piano delle opere triennale abbiamo in programma di intervenire su una serie di opere provinciali come ad esempio la Strada Graziani di Ferrara di Monte Baldo o la strada provinciale di San Giovanni Ilarione. Mentre per quanto riguarda la Sp 58 abbiamo ritenuto opportuno, su richiesta del sindaco di Soave, ricorrere ad una messa in sicurezza d'urgenza della strada. L'intervento è necessario in quanto la strada è frequentata da trattori, dunque mezzi pesanti che sollecitano il cedimento del manto, e scuolabus”. Lino Gambaretto, sindaco di Soave: “Sono soddisfatto della velocità con cui la Provincia ha affrontato un problema sentito nel Comune di Soave. Rispondiamo con i fatti alle polemiche che hanno coinvolto la mia amministrazione negli ultimi tempi”. Alberto Martelletto, sindaco di Colognola ai Colli: “Manifesto il mio apprezzamento per la tempestività dell'intervento da parte della Provincia. Sono sicuro che i tecnici interverranno in maniera efficace, anche se non sarà un lavoro facile visto la friabilità del terreno su cui poggia la Sp 58”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentati i lavori di ripristino della Sp 58

VeronaSera è in caricamento