rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Sanguinetto / Via Roma, 23

Presidio di protesta dei lavoratori a Sanguinetto: "Per Unilever siamo solo numeri"

Scatta lo sciopero dopo la decisione dell'azienda di mettere in mobilità 42 dipendenti

Comme già annunciato ieri e poi confermato in queste ore dalla Cgil Verona, i lavoratori della Unilever di Sanguinetto da questa mattina hanno iniziato lo sciopero di protesta contro la decisione dell'azienda di mettere in mobilità 42 dipendenti su 204, vale a dire circa un quinto della complessiva forza lavoro. Plateale e simbolica la forma di protesta scelta dai manifestanti: ai cancelli sono stati appesi per l'appunto 42 cartelli, tutti progressivamente numerati e con la scritta "Per Unilever siamo solo numeri".

Il presidio da parte dei lavoratori è scattato verso le ore 6 e dovrebbe proseguire fino a sera. La proprietà e sindacati si sono incontrati già due volte, ma fino ad oggi non c'è stato alcun ripensamento da parte dei vertici della multinazionale. In molti temono che la procedura di mobilità possa essere l'avvio di una progressiva riduzione della produzione nello stabilimento veronese. 

Anche per questo verso le ore 12 odierne è stato fissato un incontro con il primo cittadino di Sanguinetto che riceverà in Comune una delegazione composta da rappresentanti dei lavoratori in sciopero e da componenti delle sigle sindacali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio di protesta dei lavoratori a Sanguinetto: "Per Unilever siamo solo numeri"

VeronaSera è in caricamento