Salvò un bambino veronese sulla seggiovia in Trentino: premiato il medico in vacanza

Nei confronti del medico romano «un piccolo riconoscimento per un grande gesto»

La premiazione del medico che il 2 gennaio 2020 salvò un bambino veronese

Lo scorso 2 gennaio, lungo le piste da sci di Brentonico in Trentino, si era reso protagonista di un sensazionale salvataggio nei confronti di un bambino veronese di soli 6 anni che rischiava di precipitare dalla seggiovia. È la storia del medico romano Michele Pagliaro, dipendente di una struttura ospedaliera di Treviso e in quei giorni in ferie sulle Dolomiti. Quest'oggi è giunta la notizia del giusto riconoscimento pubblico nei suoi confronti, arrivato direttamente dal sindaco del Comune di Treviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questa mattina, con il presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Iannicelli, - ha scritto sui social il sindaco di Treviso Mario Conte - ho consegnato un attestato di ringraziamento a Michele Pagliaro, medico dell’ospedale San Camillo di Treviso, che lo scorso 2 gennaio, sulle Dolomiti, ha salvato un bambino di 6 anni che stava precipitando da una seggiovia, trattenendolo per la giacca per 4 interminabili minuti. Un piccolo riconoscimento per un grande gesto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento