Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Trento / Via San Zeno in Monte

Disabili e lavoro: la Cisl premia il Centro polifunzionale Don Calabria

Oggi a Verona è stato assegnato il premio nazionale "Flavio Cocanari". Alla consegna è intervenuto anche il leader del sindacato Raffaele Bonanni, che ha elogiato l'esempio della società scaligera

La Cisl ha assegnato al Centro polifunzionale Don Calabria di via San Marco il premio nazionale “Flavio Cocanari”, giunto alla settima edizione, per l’impegno nel campo dell’inclusione socio-lavorativa delle persone con disabilità. A consegnarlo questa mattina il segretario generale della Cisl Raffele Bonanni, in via San Zeno in Monte 23 alla Casa Madre dell’Opera Don Calabria, di cui il Centro fa parte.

IL COMMENTO - Per Bonanni ''ha un valore molto grande il fatto di mettere i disabili in grado di lavorare e quindi di partecipare alla crescita della comunità stessa e alla manutenzione del creato''. Bonanni lo ha dichiarato, a margine della consegna del premio. ''Il mio sindacato prende spunto, per questo, dalla dottrina sociale della Chiesa che fa dell'armonia sociale il punto di crescita della comunità intera e anche della persona, nel caso specifico di quella dei disabili nei confronti dei quali c'è troppa disattenzione, specie nel privato''. Infatti, spiega Bonanni, ''la dottrina sociale della Chiesa dice che una persona proprio perché viene al mondo vuole partecipare a migliorare il creato. Togliergli il lavoro non significa solo togliergli il sostentamento ma anche la possibilità di partecipare e quindi la vita''.

ECCELLENZA SCALIGERA -  Nel 2011, ma il dato si conferma anche per il 2012, 88 persone disabili sono state inserite in un percorso di integrazione lavorativa, 51 hanno trovato un posto di lavoro. Il Centro Don Calabria si è inoltre specializzato in “disability management”, una metodologia che ha come obiettivo il benessere in azienda, coinvolgendo attivamente le stesse aziende e fornendo strumenti per migliorare la gestione del personale disabile e per favorire il reinserimento o mantenimento del lavoratore in caso subentrino fattori disabilitanti – come incidenti e malattie - o di disagio. Nel periodo 2011-2012 sono stati effettuate 98 consulenze di cui 30 a favore di lavoratori disabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabili e lavoro: la Cisl premia il Centro polifunzionale Don Calabria

VeronaSera è in caricamento