Premiati i finalisti del concorso fotografico "Perdersi a Verona": le immagini in Comune

"Ai partecipanti è stato chiesto di ampliare lo sguardo - ha spiegato l'Ass. alla Cultura Briani - e offrire punti diversi della città, esplorando spazi più marginali e lontani dai flussi turistici"

La foto vincitrice - “Perdersi tra le linee della scalinata di Torre dei Lamberti” di Claudio Barbessi (clicca per ingrandire)

Sono Claudio Barbessi, Elisabetta De Carli e Bogdan Maris i vincitori della 1ª edizione del concorso fotografico “Perdersi a Verona”, promosso dal Comune. La premiazione dei primi tre classificati si è tenuta questa mattina, in Municipio, in occasione dell’inaugurazione della mostra, che presenta le 30 foto finaliste del concorso e che è visitabile, nell’atrio di palazzo Barbieri, fino al 19 maggio.

Claudio Barbessi si è classificato al primo posto con la foto intitolata “Perdersi tra le linee della scalinata di Torre dei Lamberti”, secondo posto per Elisabetta De Carli con la foto “Sottoriva” e terzo posto per Bogdan Maris con l’opera “La custode dei messaggi dispersi”.

«Il concorso, che ha visto un’ampia partecipazione con oltre 190 iscritti e 830 foto pervenute – spiega l’assessore alla Cultura Francesca Briani – è nato dalla constatazione che la maggior parte delle immagini su Verona hanno per oggetto principalmente l’Arena, Castelvecchio e i luoghi dell’amore di Giulietta e Romeo. Ai partecipanti è stato chiesto di ampliare lo sguardo e offrire punti diversi della città, esplorando spazi più marginali e lontani dai grandi flussi turistici. Un intento che è perfettamente riuscito e che ha dato ottimi risultati».

Le foto sono state selezionate dalla giuria composta dagli architetti Eleonora Boaro e Dino Gamba e dai fotografi Marco Monari e Gianluca Stradiotto. Netta la prevalenza di immagini in bianco e nero, che con i giochi di chiaroscuro, danno densità e dimensione a monumenti e strade; le fotografie a colori rendono invece il senso della spazialità e delle linee, con un sapiente uso delle tonalità a contrasto o in armonia. Tutte le fotografie inviate rimarranno a disposizione del Comune di Verona che potrà utilizzarle per promuovere la città e saranno visibili sul sito del concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra sarà visitabile dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 18, ad ingresso libero. Nelle giornate del 5, 11 e 19 maggio alle ore 17 è possibile visitare la mostra partecipando alle visite guidate a Palazzo Barbieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento