Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Premiati i finalisti del concorso fotografico "Perdersi a Verona": le immagini in Comune

"Ai partecipanti è stato chiesto di ampliare lo sguardo - ha spiegato l'Ass. alla Cultura Briani - e offrire punti diversi della città, esplorando spazi più marginali e lontani dai flussi turistici"

La foto vincitrice - “Perdersi tra le linee della scalinata di Torre dei Lamberti” di Claudio Barbessi (clicca per ingrandire)

Sono Claudio Barbessi, Elisabetta De Carli e Bogdan Maris i vincitori della 1ª edizione del concorso fotografico “Perdersi a Verona”, promosso dal Comune. La premiazione dei primi tre classificati si è tenuta questa mattina, in Municipio, in occasione dell’inaugurazione della mostra, che presenta le 30 foto finaliste del concorso e che è visitabile, nell’atrio di palazzo Barbieri, fino al 19 maggio.

Claudio Barbessi si è classificato al primo posto con la foto intitolata “Perdersi tra le linee della scalinata di Torre dei Lamberti”, secondo posto per Elisabetta De Carli con la foto “Sottoriva” e terzo posto per Bogdan Maris con l’opera “La custode dei messaggi dispersi”.

«Il concorso, che ha visto un’ampia partecipazione con oltre 190 iscritti e 830 foto pervenute – spiega l’assessore alla Cultura Francesca Briani – è nato dalla constatazione che la maggior parte delle immagini su Verona hanno per oggetto principalmente l’Arena, Castelvecchio e i luoghi dell’amore di Giulietta e Romeo. Ai partecipanti è stato chiesto di ampliare lo sguardo e offrire punti diversi della città, esplorando spazi più marginali e lontani dai grandi flussi turistici. Un intento che è perfettamente riuscito e che ha dato ottimi risultati».

Le foto sono state selezionate dalla giuria composta dagli architetti Eleonora Boaro e Dino Gamba e dai fotografi Marco Monari e Gianluca Stradiotto. Netta la prevalenza di immagini in bianco e nero, che con i giochi di chiaroscuro, danno densità e dimensione a monumenti e strade; le fotografie a colori rendono invece il senso della spazialità e delle linee, con un sapiente uso delle tonalità a contrasto o in armonia. Tutte le fotografie inviate rimarranno a disposizione del Comune di Verona che potrà utilizzarle per promuovere la città e saranno visibili sul sito del concorso.

La mostra sarà visitabile dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 18, ad ingresso libero. Nelle giornate del 5, 11 e 19 maggio alle ore 17 è possibile visitare la mostra partecipando alle visite guidate a Palazzo Barbieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiati i finalisti del concorso fotografico "Perdersi a Verona": le immagini in Comune

VeronaSera è in caricamento