menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pozzo inquinato da Pfos a Verona. Scarico abusivo messo sotto sequestro

Arpav afferma che le analisi della caditoia della lavanderia adiacente alla centrale di Porta Palio hanno evidenziato la presenza di solventi, toluene e xilene, clorurati, percloroetilene

L’autorità giudiziaria ha convalidato il sequestro dello scarico confluente in pubblica fognatura della lavanderia adiacente alla centrale di Porta Palio, a Verona, in quanto privo di titolo autorizzativo.

Lo ha comunicato Arpav, la quale afferma che le analisi della caditoia per la raccolta delle acque meteoriche hanno evidenziato la presenza di solventi, toluene e xilene, clorurati, percloroetilene. I tecnici quindi, in qualità di Ufficiali di Polizia Giudiziaria, hanno segnalato alla Procura della Repubblica l’ipotesi di reato riguardanti lo scarico abusivo.

Nel frattempo continuano le attività di monitoraggio e controllo della falda con tutti gli enti preposti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento