Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Fugge dopo tampone rapido positivo, aggredisce agenti che lo bloccano

L'uomo è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale nella stazione ferroviaria di Mestre, prima di salire su di un treno diretto a Verona

(Foto di repertorio)

Era diretto a Verona il treno su cui venerdì scorso, 16 ottobre, stava cercando di salire un 58enne positivo al coronavirus. L'uomo è stato fermato dagli agenti della polizia ferroviaria, i quali sono stati aggrediti ed hanno quindi proceduto all'arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

È successo alla stazione di Mestre, come riportato da Venezia Today, dove il 58enne era arrivato in aereo dall'estero. È stato proprio all'aeroporto Marco Polo che l'uomo è stato sottoposto al tampone rapido che ne ha indicato la positività al virus. Sarebbe stato necessario un secondo tampone di conferma, ma prima del test, l'uomo si era già allontanato, raggiungendo la stazione. A quel punto, il personale sanitario non poteva fare altro che segnalare la fuga del cittadino alle forze dell'ordine.
L'uomo è stato rintracciato nella stazione ferroviaria veneziana da una pattuglia della polizia. Il 58enne si ribellato al controllo, spingendo gli agenti e cercando di colpirli con calci e punti. I poliziotti lo hanno quindi dovuto immobilizzare, con l'aiuto dei sanitari del 118. L'arrestato è stato poi trasportato all'ospedale di Mestre dove l'iter sanitario si è concluso con il secondo tampone di conferma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge dopo tampone rapido positivo, aggredisce agenti che lo bloccano

VeronaSera è in caricamento