menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Due ordigni bellici ritrovati a Legnago dopo la secca dell'Adige

Si tratta di due bombe aeree ritrovate nel letto del fiume a Porto di Legnago, dove questa mattina gli artificeri con carabinieri, vigili del fuoco e protezione civile, hanno svolto un sopralluogo

Complice la secca del fiume Adige, nella zona di Porto di Legnago, non lontano dal ponte ferroviario, nei giorni scorsi sono state ritrovate due bombe aeree risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, con ogni probabilità sganciate nel 1945 dall'aviazione inglese nel tentativo d'impedire la ritirata dei tedeschi in fuga.

Nella mattina di oggi, sabato 29 aprile, si è svolto il sopralluogo da parte dei carabinieri con la marina militare di Ancona, la protezione civile e i vigili del fuoco. Poco dopo mezzogiorno gli abitanti di Legnago hanno potuto udire distintamente il rumore di uno scoppio, e qualcuno in città, comprensibilmente, si è anche allertato.

Ad ogni modo non è avvenuto alcun particolare incidente, né tantomeno sono stati fatti brillare i due grossi ordigni bellici. Si è, infatti, semplicemente trattato di un'operazione ordinaria di neutralizzazione di una piccola bomba a mano, anch'essa ritrovata a breve distanza dalle due bombe.

Dopo la ricognizione di questa mattina, al momento gli addetti alle operazioni non hanno ancora stabilito esattamente come procedere. Pare, infatti, che non sia ancora scelto se far brillare gli ordigni sul posto, o se in alternativa procedere al loro spostamento in altro luogo. Nei prossimi giorni, comunque, verrà deciso il da farsi e in seguito le due bombe dovrebbero finalmente essere disinnescate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento