rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

Porta Nuova, parte la maxi riqualificazione

I lavori, che comprenderanno anche piazza XXV Aprile, costano 15 milioni di euro

Prenderà il via lunedì prossimo, 29 marzo 2010, la riqualificazione della stazione di Porta Nuova e di piazzale XXV Aprile. Il progetto, che avrà un costo di 15 milioni di euro 2 milioni per gli interni e 13 milioni per l’esterno) e sarà realizzato da Grandi Stazioni, società di servizi del gruppo Ferrovie dello Stato, è stato illustrato questa mattina nella sala Arazzi di Palazzo Barbieri. “Dopo anni di attesa prende finalmente il via un progetto importante - ha commentato il sindaco Flavio Tosi - che andrà a riqualificare una delle zone più critiche della città dal punto di vista del degrado. Nell’area sarà inoltre garantita la sicurezza della viabilità, attraverso la separazione dei flussi veicolari e pedonali. Un risultato positivo per le ferrovie ma soprattutto per Verona, che potrà così offrire agli oltre 25 milioni di passeggeri che annualmente frequentano la stazione, un biglietto da visita all’altezza della quarta città turistica italiana.”

La prima fase dei lavori riguarderà la realizzazione di un parcheggio interrato su piazzale XXV Aprile per una superficie complessiva di oltre 7 mila metri quadri e una capacità di 293 posti auto e 44 posti moto. Saranno inoltre realizzati, sempre sulla piazza, due edifici di servizio destinati ad Atv come autostazione e nodo di interscambio, con sistemi di risalita fissi e mobili provenienti dal parcheggio interrato, biglietterie, uffici informazioni, agenzie turistiche, servizi igienici, attività ricettive complementari. Durante questa fase saranno eliminati gli stalli di sosta sul piazzale e spostati provvisoriamente i capolinea degli autobus.

“La riqualificazione di Porta Nuova avrà un ruolo importante anche all’interno del progetto del filobus - ha spiegato l’assessore alla Mobilità, Enrico Corsi– poiché, ospitando l’interconnessione tra le linee di trasporto urbano ed extraurbano, ne costituirà un nodo strategico. Un notevole aiuto alla viabilità della zona sarà costituito dalla realizzazione del parcheggio interrato con 300 stalli, che si affiancherà a quello gestito da Amt già presente in via Città di Nimes, e dalla creazione di un parcheggio che potrà contenere oltre 400 biciclette. Sul piazzale della stazione sarà inoltre presente una postazione per il bike sharing.” Come precisato dall’amministratore delegato di Grandi Stazioni, per ridurre al minimo i disagi creati dai cantieri, verranno dislocati numerosi pannelli informativi ed effettuati frequenti annunci ai passeggeri, per segnalare tempestivamente i cambiamenti di percorso e le modifiche apportate all’interno della stazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Nuova, parte la maxi riqualificazione

VeronaSera è in caricamento