rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Corso Porta Borsari

Porta Borsari allagata dal nubifragio: il Comune controlla la rete fognaria

“Con l'utilizzo di videoispezione – spiega il Primo cittadino di Verona Flavio Tosi - sono state controllate le condotte fognarie che sono risultate libere. Non sono state riscontrate problematiche di alcun tipo"

Nella mattinata del 1° agosto il personale tecnico di Acque Veronesi è intervenuto sulla rete fognaria di Porta Borsari, per verificare se i fenomeni di allagamento della scorsa settimana potevano essere imputati ad anomalie funzionali oltre che al nubifragio che ha colpito la città.
“Con l'utilizzo di videoispezione – spiega il Sindaco Flavio Tosi - sono state controllate le condotte fognarie che sono risultate libere. Non sono state riscontrate problematiche di alcun tipo, pertanto gli allagamenti sono da imputare alla particolare intensità del fenomeno atmosferico. Acque Veronesi ha comunque incaricato uno studio tecnico per la redazione di un progetto di fattibilità che preveda una soluzione tecnica, tramite idrovore o altre condotte fognarie di sfioro nell’Adige, in modo da risolvere definitivamente il problema”.
Indirettamente quindi l'amministrazione comunale da una prima risposta a Michele Croce, il quale sostiene che proprio la scarsa pulizia di tombini e caditoie sia la causa prima dell'allagamento dei giorni scorsi, così come affermaro in precedenza anche dalla Lega Nord. Bisognerà ora vedere se partiranno anche nuove verifiche al sistema fognario cittadino. 

rete_fognaria-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Borsari allagata dal nubifragio: il Comune controlla la rete fognaria

VeronaSera è in caricamento