menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pompieri e tecnici ancora al lavoro in Zai, si teme il danno ambientale

Proseguono oggi le operazioni di messa in sicurezza del capannone che ieri sera ha preso fuoco. Secondo i primi rilievi di Arpav non sono stati riscontrate dosi massicce di di agenti inquinanti nell'aria

Sono proseguite tutta la notte e dureranno per tutta la giornata di oggi gli interventi di messa in sicurezza dei vigili del fuoco. Ieri sera le fiamme hanno divorato un deposito di bancali in plastica, in viale del Commercico.

I pompieri sono stati allertati alle 21 e 12 e sono accorsi subito sul posto per domare le fiamme ruggenti. Fortunatamente l’incendio non ha causato feriti, ma attorno al luogo del disastro si era radunata una folla di curiosi. L'incendio ha sprigionato fiamme alte decine di metri e un fumo nero e denso che è stato visto anche a oltre 15 chilometri di distanza.

La situazione adesso è sotto controllo, le fiamme sono state domate. Le operazioni di spegnimento degli ultimi focolai proseguiranno per tutta la giornata. Tuttavia l'impegno dei pompieri non è ancora esaurito: da valutare adesso l'impatto di stabilità della struttura, che sembra pericolante. Al vaglio anche le possibili cause del rogo, su cui i vigili del fuoco ancora non si sbilanciano

I vigili del fuoco hanno chiuso viale del Commercio al traffico ed anche al passaggio dei pedoni per motitivi di sicurezza; nella zona interessata dalle fiamme si trovano anche manufatti in amianto.

Sul posto anche i tecnici dello Spisal dell’Ulss 20 per le valutazioni riguardo all’eventuale danno ambientale provocato dai fumi dell’incendio.
Stando ai primi rilevamenti l'incendio di ieri non avrebbe comportato elementi di rischio per la popolazione. L'Arpav ha effettuato campionamenti dell'aria nelle zone circostanti per individuare la concentrazione di composti tossici liberati dalla combustione: "I rilievi effettuati nella notte nell'area in punti significativi - spiegano Arpav e Ulss 20 in una nota - non riportano alle prime analisi, anomalie nei parametri".

Secondo i tecnici "non si ravvisano elementi fattuali o previsionali indicativi della presenza di inquinanti in concentrazioni tali da poter costituire situazioni di rischio in atto per la salute della popolazione. Il rilievo dei dati finora disponibili consentono di attendere con tranquillità i risultati delle analisi ancora in corso e rendono superfluo il ricorso ad accertamenti sanitari di qualsiasi tipo".

L'allerta della popolazione risulta comunque alta: ancora fresco nella memoria dei veronesi l'incendio divampato un anno fa al supermercato Tosano di San Giuseppe di Cassola.

Mentre ancora si indaga sulle cause dell'incendio (sopratutto per capire che il rogo ha natura dolosa), la Questura ha posto l'area sotto sequestro.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento