rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

In Vino Virtus, la Polizia di Stato rilancia la campagna del "bere responsabile"

A distanza di qualche giorno dall'inizio del 50° Vinitaly, la Polizia di Stato ha presentato la campagna di sensibilizzazione finalizzata alla promozione dei valori della guida sicura, contro il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica

A pochi giorni dall’apertura ufficiale del 50mo Salone internazionale del vino e dei distillati, meglio noto come “Vinitaly”, in programma a Verona dal 10 al 13 aprile la Polizia di Stato, rilancia la campagna di sensibilizzazione finalizzata al “bere responsabile”, avviata lo scorso anno e finalizzata alla promozione dei valori della guida sicura, contro il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica. La campagna della Polizia di Stato è frutto di una partnership che vede in campo l’Unione Italiana Vini (associazione della filiera del vino italiano, cui aderiscono circa 500 aziende) e l’Ente VeronaFiere, che ospita la rassegna enologica del “Vinitaly”.

Obiettivo comune è quello di veicolare, in maniera sempre più incisiva e capillare, il messaggio del bere consapevole e moderato, ancorchè quando ci si pone alla guida. Proprio per questo l’iniziativa si svolge in abbinamento al Vinitaly, manifestazione dal respiro internazionale dove, oltre a trovare posto il business del settore vitivinicolo, si attuano strategie comuni per valorizzare il consumo del vino, prediligendo una cultura di qualità piuttosto che di quantità, di moderazione e consapevolezza, di responsabilità, contro la guida in stato di ebbrezza alcolica, ma non solo, anche contro il fenomeno del “binge drinking”: del bere eccessivo, molto diffuso tra i giovani.

DSC_0527-2

Per ciascuna giornata fieristica la Polizia di Stato sarà presente con un proprio stand, al padiglione 10 della regione Piemonte; qui gli esperti della Polizia Stradale svolgeranno un’ importante opera di informazione sulle conseguenze dell’abuso di alcolici alla guida. Il messaggio sarà reso tangibile grazie ad uno speciale simulatore di guida “READY2GO” che, utilizzato in abbinamento a degli occhiali deformanti, darà ai visitatori la concreta sensazione di guidare in stato di alterazione alcolica. Molte le aziende, fra le più prestigiose, provenienti da tutta Italia, che hanno scelto di aderire alla campagna IN VINO VIRTUS, fornendo una serie di bottiglie dei loro vini le quali serviranno per diffondere ancor più chiaramente il messaggio di sensibilizzazione della campagna. Sulle bottiglie, di cui una selezione viene presentata oggi in conferenza stampa, sono infatti apposte delle etichette riportanti il titolo della campagna della Polizia di Stato: “IN VINO VIRTUS” ed il claim 2016: “Enjoy your wine, don’t drink your life”.

La campagna della Polizia di Stato “In Vino Virtus” è la prima in Europa tra le forze di Polizia promotrice di un’iniziativa di educazione alla guida sicura e al bere responsabile, in diretta collaborazione con le aziende vinicole e le associazioni di categoria. E proprio per questo la campagna ha ricevuto, anche quest’anno, il patrocinio del Wine in Moderation (W.I.M), associazione europea no profit del settore vinicolo, dedita allo sviluppo di un programma globale per la promozione della responsabilità e moderazione del consumo del vino.

In anteprima al Vinitaly, hanno presentato la mattina di oggi giovedì 7 aprile la campagna IN VINO VIRTUS:

- per la Polizia di Stato: il Questore Enzo Giuseppe Mangini, insieme al dirigente della Sezione di Polizia Stradale di Verona Lacquaniti;

- per U.I.V. (Unione Italiana Vini) il consigliere Sandro Sartor, responsabile del tavolo di lavoro “Vino e Salute”;

- per VeronaFiere il Presidente Maurizio Danese. Ufficio Stampa Questura Verona

DSC_0541-2

POSIZIONE STAND AZIENDE ADERENTI “IN VINO VIRTUS”

PADIGLIONE 1: VALTIDONE CANTINA (A/10) 

                            CEVICO (D/10)

PADIGLIONE 2: TASCA D’ALMERITA CONTE (22/B - 34/C) 

PLANETA (77/E - 82/F) 

CANTINA SETTE SOLI (76/E – 83/F)

DONNA FUGATA (63/D – 67/E)

PADIGLIONE 3: MEZZACORONA (B/2)

CAVIT (B/3)

SCHENK (E/6)

DALLE VIGNE (C/7 – D/7)

PADIGLIONE 4: TEDESCHI (C/3) 

SANTA MARGHERITA (B/7)

ZONIN (F/5)

PADIGLIONE 5: CESARI (F/5)

PADIGLIONE 6: COLUTTA (D/6) 

TERREDORA (B/6)

PADIGLIONE 7: FAMIGLIA CECCHI (D/4)

RUFFINO (D/6) 

GIORDANO (B/7) 

LUNGAROTTI (B/2) 

LEONE DE CASTRIS (E/5) 

MASI (C/3)

PADIGLIONE 8: PERLA DEL GARDA (B/8 – E/9) 

MONDO DEL VINO (E/2)

PADIGLIONE 9: BANFI (D/6) 

PADIGLIONE 10:  STAND  POLIZIA DI STATO “IN VINO VIRTUS” (Q/3)

PADIGLIONE A: GOTTO D’ORO (STAND 35)

PALAEXPO area A : DECORDI (STAND D/2)

FRESCOBALDI (C/5)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Vino Virtus, la Polizia di Stato rilancia la campagna del "bere responsabile"

VeronaSera è in caricamento