Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Violenza, spaccio e ubriachezza molesta, chiuso per 15 giorni il Pak Grill

Il questore di Verona Ivana Petricca ha sospeso la licenza al chiosco-bar della stazione di Porta Nuova per «motivi di ordine e sicurezza pubblica e per impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale»

Vari episodi di violenza, spaccio di stupefacenti, ubriachezza molesta e disturbo alla quiete pubblica, ripetuti all'interno o all'esterno del locale dal dicembre 2019 ad oggi, hanno portato il questore di Verona Ivana Petricca a sospendere la licenza per 15 giorni al Pak Grill, il chiosco-bar della stazione di Porta Nuova. Sono stati gli agenti della polizia amministrativa insieme ai colleghi delle Volanti a porre i sigilli che chiudono l'esercizio pubblico per due settimane. Il gestore, titolare della licenza, è stato ovviamente informato ed è stato anche redarguito dai poliziotti scaligeri, i quali gli hanno ricordato che, in caso di nuove violazioni, le nuove sanzioni potrebbero essere un'interruzione più lunga rispetto a questa di 15 giorni oppure una revoca della licenza.

sigilli polizia Chiusura Chiosco Pak Grill-2
(Sigilli al Pak Grill)

«Motivi di ordine e sicurezza pubblica e per impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale». Questa la giustificazione del provvedimento preso dal questore Petricca, la quale vuole anche togliere a cittadini ritenuti pericolosi, pregiudicati o con precedenti di polizia, un luogo abituale di aggregazione, avvertendoli che la loro presenza è stata, è e sarà oggetto di particolare attenzione.
Il Pak Grill è diventato un locale attenzionato dalla polizia dall'1 dicembre scorso, quando alcuni agenti sono dovuti intervenire per una violenta lite tra il gestore ed un avventore. In altre circostanze, poi, gli agenti hanno controllato una particolare clientela del bar, formata da persone risultate gravate da precedenti penali e di polizia. Tra queste, in particolare, persone dedite allo spaccio di droga. Non a caso, proprio in prossimità del chiosco, a volte sono state rinvenute dai poliziotti dosi di stupefacente abbandonato a terra o nelle fioriere. Inoltre, in occasione del controllo del 3 giugno scorso, gli agenti hanno accertato la presenza nel bar di 16 persone, 9 delle quali pregiudicate ed una parte di loro in stato di ebrezza. In quella circostanza, il gestore è stato denunciato per aver somministrato bevande alcoliche a persone già in stato di manifesta ubriachezza. Infine, i recenti controlli del 20 e 28 giugno, hanno ulteriormente avvalorato la presenza nel chiosco di pregiudicati, ubriachi e malintenzionati, ed hanno portato al sequestro di stupefacenti abbandonati nel plateatico del locale. Un plateatico, tra l'altro, utilizzato spesso da nullafacenti e tossicodipendente per bivaccare; una situazione che espone i viaggiatori diretti o provenienti dalla stazione al potenziale pericolo di essere vittima di microcrimini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza, spaccio e ubriachezza molesta, chiuso per 15 giorni il Pak Grill

VeronaSera è in caricamento