rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa

Prostituzione in due centri massaggi. La Polizia denuncia 5 cittadini cinesi

Operazione "Sweet dreams" durata 7 mesi. Monitorata la pubblicità su internet e sentite le testimonianze dei clienti. Poste sotto sequestro due attività a Borgo Roma e Golosine

La Polizia di Verona sabato 27 febbraio ha sequestrato due centri massaggi e ha denunciato in stato di libertà per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione 5 cittadini cinesi, due donne e tre uomini

L'operazione denominata "Sweet Dreams" è scattata nel luglio scorso con un'attività di monitoraggio di siti internet in cui si pubblicizzava in modo anche esplicito l'offerta di prestazioni sessuali. In questo modo gli agenti sono riusciti a risalire ad alcuni centri benessere, solo in apparenza adibiti a centri massaggi.

Gli operatori hanno quindi eseguito numerosi servizi di osservazione. Raccogliendo le informazioni dai clienti che entravano ed uscivano dai centri benessere a tutte le ore del giorno, è stato possibile stringere il cerchio attorno a due attività, una a Borgo Roma e l'altra a Golosine.

È stato accertato che all'interno di questi due centri massaggi erano presenti in totale circa una dozzina di ragazze tutte cinesi che, durante i massaggi, offrivano prestazioni sessuali a pagamento. Le tariffe andavano dai 60 ai 120 euro. E per eludere i controlli della polizia i centri erano dotati di un ingresso secondario sul retro, da cui venivano fatti uscire i clienti dopo la prestazione. 

Video

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione in due centri massaggi. La Polizia denuncia 5 cittadini cinesi

VeronaSera è in caricamento