Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Cologna Veneta / Piazza Duomo

A Cologna Veneta la Polizia Provinciale trae in salvo un agnellino imprigionato

Si era con ogni probabilità smarrito ed aveva perduto i contatti col gregge di riferimento, il piccolo agnello che era intrappolato in una condotta dell'acqua sfociante nel fiume Fratta

A Cologna Veneta  è stato tratto in salvo dagli agenti della Polizia Provinciale, un agnellino rimasto imprigionato in una condotta dell'acqua. Le operazioni si sono svolte nel pomeriggio di ieri, così come si evince dal comunicato della Polizia Provinciale che riportiamo di seguito:

Nel pomeriggio di ieri, a Cologna Veneta, gli agenti della Polizia Provinciale hanno recuperato un agnellino che era rimasto intrappolato in una condotta dell'acqua sfociante nel fiume Fratta. Gli agenti della Provinciale stavano svolgendo il regolare servizio antibracconaggio nelle campagne colognesi, quando hanno sentito dei belati provenire dall'argine del fiume Fratta.

Avendo intuito che l'animale era incastrato all'interno di una condotta, gli uomini, servendosi di una pala, hanno sollevato la porta basculante che regola l'afflusso dell'acqua e hanno così tratto in salvo un agnellino di soli tre giorni che aveva ancora i resti del cordone ombelicale. Con ogni probabilità, il piccolo è sfuggito alle attenzioni della madre ed è riuscito ad allontanarsi dal gregge passando attraverso le maglie del recinto proprio grazie alle sue piccole dimensioni. Successivamente deve essere caduto da una feritoia, rimanendo imprigionato nella condotta. Dopo averlo liberato, trovandolo in buone condizioni di salute, gli agenti lo hanno subito riconsegnato alle cure materne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Cologna Veneta la Polizia Provinciale trae in salvo un agnellino imprigionato

VeronaSera è in caricamento