Cronaca Peschiera del Garda

Arriva una nuova imbarcazione per la polizia provinciale

Si chiama “Benacus”, ha 230 cavalli ed è dotata di motori tecnologicamente avanzati in grado di garantire ottime prestazioni a bassi consumi, verrà ormeggiata nel porto di Peschiera

Oggi, il presidente Giovanni Miozzi e l'assessore alla Sicurezza Giovanni Codognola hanno inaugurato il nuovo natante acquistato dalla Provincia di Verona ed assegnato in dotazione al Corpo di  Polizia Provinciale. Erano presenti Massimo Giorgetti, assessore regionale alla Sicurezza, Anna Maggio, comandante della Polizia Provinciale, Valter Carletti, assessore al Territorio del Comune di Peschiera. Hanno partecipato inoltre i rappresentanti delle autorità civili e militari Gaia Sciacca, viceprefetto aggiunto di Verona, Luigi Cardarello, comandante capo della Scuola Allievi di Polizia di Peschiera, Mario Marino, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Peschiera, Enrico Bottoni, comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Peschiera, Andrea Erculiani, capo della squadra nautica della Polizia a Peschiera, Mario Nazzaro e Sergio Perazzoli, rispettivamente dirigente e capo delegazione a Bardolino dei Vigili del Fuoco, Nicola Peron, responsabile della squadra nautica di Bardolino della Croce rossa italiana.       

Il nuovo natante, che si aggiunge ad un altro già in dotazione al Corpo provinciale, sarà utilizzato per la vigilanza ittica, la sicurezza dei bagnanti, i controlli ambientali anche all'interno dei canneti. L'imbarcazione, acquisita dai cantieri Lepanto Yachting di Peschiera del Garda, è un Arvor 250, turbo diesel e misura 8,30 metri. Si chiama “Benacus”, ha 230 cavalli ed è dotata di motori tecnologicamente avanzati in grado di garantire ottime prestazioni a bassi consumi, verrà ormeggiata nel porto di Peschiera.   

Una delle competenze della Polizia Provinciale è la vigilanza ittica sul lago di Garda, volta a prevenire e reprimere fattispecie di illeciti particolarmente gravi ed incidenti in modo negativo sull’ambiente lacustre ed il patrimonio ittico-ambientale. La Polizia Provinciale nel corso degli ultimi mesi, ha svolto controlli finalizzati al rispetto dei periodi di divieto di pesca durante la riproduzione delle varie specie, ad individuare l’uso di reti vietate, in quanto dannose per talune specie oggetto di salvaguardia e a reprimere attività di bracconaggio ittico soprattutto notturno. Nel periodo sono state sequestrate reti da pesca impiegate in violazione alle norme vigenti.

L’imbarcazione verrà utilizzata anche per servizi volti a garantire il rispetto del codice della navigazione sul lago di Garda, in supporto alle forze di Polizia e primo soccorso già operanti sullo specchio lacustre, concorrendo così anche alla salvaguardia dei bagnanti soprattutto nel periodo estivo. 

“Come assessore regionale - dice Giorgetti - alla Sicurezza non posso che ritenermi soddisfatto sapendo che un nuovo strumento importante si aggiunge a quelli già in uso nel controllo del lago di Garda. Ci sono infatti non pochi pericoli anche nei settori di specifica competenza della Provincia, penso ad esempio alla difesa dell'ambiente e alla vigilanza sulle attività ittiche. Inoltre, il natante garantirà una maggior sicurezza ai cittadini perché assicurerà un maggior presidio dell'area lacustre, scongiurando tragici eventi ed incidenti a cui abbiamo purtroppo assistito in questi ultimi anni”.

Prosegue il presidente Miozzi: “La Polizia Provinciale, che già svolge in maniera ottimale la funzione di controllo nelle aree montane e pianeggianti del nostro territorio, grazie a questo nuovo natante potrà potenziare e perfezionare ancora di più la vigilanza. Si tratta di una imbarcazione di nuova generazione e dotata di tecnologiche innovative che consentirà la repressione dei reati ittici con un maggiore contrasto al bracconaggio. Inoltre, sarà più incisiva anche la prevenzione dai danni ambientali e il pattugliamento delle coste per la sicurezza dei bagnanti. La nuova imbarcazione vuole infatti coronare la professionalità e la determinazione del nostro Corpo provinciale, in modo che abbia sempre a disposizione i giusti mezzi per svolgere il proprio importante compito”.

“Il lago è una risorsa importantissima per la nostra provincia, per questo motivo i soldi investiti per garantire la sicurezza rappresentano un buon investimento per il futuro. Il turismo e gli abitanti hanno bisogno di acque pulite, dal momento che proprio qui a Peschiera confluiscono buona parte degli inquinanti, ma anche della tranquillità di fare il bagno sapendo che si vigila sul rispetto del codice della navigazione” conclude l'assessore Codognola.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva una nuova imbarcazione per la polizia provinciale

VeronaSera è in caricamento